Roma eliminata agli ottavi! Vince il Porto 3-1 ai supplementari

Grazie ai gol di Tiquinho Soares e Moussa Marega, nel mezzo la rete di Daniele De Rossi su rigore, il Porto riesce andare ai supplementari dove a decidere la qualificazione ci pensa Alex Telles dal dischetto. Quanti rimpianti però per la Roma: dall’infortunio di De Rossi agli errori sotto porta di Perotti e Dzeko, fino alla follia di Florenzi

FORMAZIONI:

Porto (4-4-2): Casillas; Militao, Felipe, Pepe, Telles; Otavio, Herrera, Pereira, Corona; Marega, Soares. All. Conceicao.

Roma (3-4-2-1): Olsen; marcano, Manolas, Jesus; Karsdorp, N’Zonzi, De Rossi, Kolarov; Zaniolo, Perotti; Dzeko. All. Di Francesco.

CRONACA:

Ad Oporto per il ritorno degli ottavi di Champions di francesco scombussola le carte e vara una difesa a tre, con Fazio a sorpresa in tribuna e Juan Jesus Centrale con Manolas centro destra e Marcano centro sinistra. Anche sugli esterni il tecnico abruzzese cambia e toglie Florenzi per Karsdorp. Linea offensiva con il solito Dzeko e poi Zaniolo e il rientrante Perotti. Anche Conceicao decide di non sbilanciarsi e cara un classico, ma efficace, 4-4-2. La gara ha inizio con il porto che cerca di dare l a partita, e la fa di fatto vincendo duelli e mettendo sotto pressione la retroguardia di di Francesco. La Roma dal canto suo gioca una gara attendista ma quel che sorprende è che i giallorossi appaiono, tolti giusto due-tre giocatori, senza mordente e senza grinta, la Roma tutto quello che di può sbagliare, e sempre. Gli undici di Di Francesco non riescono a giocare a tenere la palla per cercare di creare qualcosa, non per meriti degli avversari ma per demeriti loro. I giallorossi solo a sinistra con Perotti riescono a creare qualche grattacapo alla difesa del porto per il resto la poca precisione e la poca grinta nella faccia dei giocatori ha segnato di fatto una partita che di poteva e si doveva vincere per cercare di replicare ciò che di buono era stato fatto lo scorso anno. Tornando al porto, dalla parte di Karsdorp fa quello che vuole ed infatti il vantaggio arriva proprio da lì e Soares batte Olsen. Subito il gol la Roma si scuote, ha un leggero sussulto e al 37’su penalty per fallo su Perotti pareggia con capitan De Rossi che si prende la responsabilità del rigore. Il porto non subisce il colpo ma neanche la Roma capisce e decide di poter passare il turno e allora nella ripresa è sempre il porto a fare la partita e al 52′ con Marega va in vantaggio e pareggia il risultato di andata. La Roma si difende e riesce ad andare ai supplementari. Altra partita questa perché il porto cala fisicamente, vistosamente, mentre la Roma prova a far male considerando sempre la consueta imprecisione nei tiri e nei passaggi. Ma dopo che i giallorossi falliscono qualche occasione è Florenzi che decide di regalare il match Point al porto facendo un fallo da rigore, prima inutile e poi sciocco considerando le telecamere che vedono tutto in campo. Errore che porta Telles sul dischetto, che non sbaglia e porta i portoghesi sul 3-1. Con la qualificazione in mano l’arrembaggio è dei giallorossi che all’ultimo secondo protestano con il var per un presunto fallo in aerea su schick che l’arbitro non sanziona. Migliore per il porto Marega mentre per la roma si salvano solo Perotti, il migliore, e De Rossi.