A Rohan Dennis la cronometro di Rovereto

Simon Yates si difende alla grande nella prova contro il tempo da Trento a Rovereto e mantiene 56 secondi in classifica su Tom Dumoulin, 3° al traguardo. La tappa va a Rohan Dennis, mentre si rivedono Froome e soprattutto Fabio Aru, 6° a soli 37” dal vincitore. Indietro Pozzovivo, ancora peggio fa Pinot.

Dopo i fuochi d’artificio nei tapponi di montagna del weekend e il terzo giorno di riposo, il Giro d’Italia 101 riparte con una prova contro il tempo molto delicata, in grado di spostare gli equilibri della classifica quanto un arrivo in salita. Si va da Trento a Rovereto, attraverso le terre del grande Francesco Moser, seguendo in buona parte la linea dell’Adige. Tolto un dentello vicino a Nogaredo, le difficoltà altimetriche sono quasi nulle, ma i tratti in pavè e il vento che soffia a tratti sono fattori in grado di condizionare la corsa. Il primo a partire è la “maglia nera” di questa corsa rosa, Giuseppe Fonzi.

Il primo dei favoriti della vigilia a partire è Victor Campenaerts, terzo nel cronoprologo di Gerusalemme e campione d’Europa in carica nella specialità. Ma il belga della Lotto Fix All non riesce a fare meglio del crono di Mads Pedersen, autore di finale eccezionale. Ce la fa invece Alex Dowsett, il primo a chiudere la prova con una media superiore ai 50 km/h. Ma prima Van Emden e poi Tony Martin abbassano ancora il miglior tempo all’arrivo. Panzerwagen vola come ai tempi d’oro e finisce la sua prova in 40’14’’, chiudendo il lotto degli specialisti impegnati nella prima parte di gara.

Dopo una fase di corsa con poche prestazioni degne di nota, è di Diego Ulissi il primo crono di livello. Il corridore della UAE chiude terzo a soli 24 secondi da Martin. E poco più tardi arriva anche la grande prova di Fabio Aru, che con una cronometro di orgoglio fa meglio del compagno di squadra di 3 secondi. Chiuderà con un ottimo sesto posto, davanti a tanti specialisti. Un segnale di ripresa in vista delle ultime montagne, dove il Cavaliere dei Quattro Mori potrebbe tentare di vincere una tappa per riscattare il suo Giro.

Arriva il momento dei big, che a differenza dei primi prendono il via a tre minuti uno dall’altro. Rohan Dennis vuole riscattare il cronoprologo di Gerusalemme, dove aveva mancato vittoria e maglia rosa per soli 2 secondi. L’australiano della BMC fa il miglior tempo in tutti gli intermedi e chiude sulla sua prova in 40 minuti netti, 14 secondi meglio di Tony Martin. Via via partono tutti i migliori, mettendo in mostra una magnifica sfida a distanza. Froome ha una buona gamba e sfodera una buona prova, mentre Carapaz e Lopez dimostrano di non avere grande feeling con questa specialità. Pozzovivo e Pinot partivano staccati di soli 9 secondi nella generale e se l’italiano della Bahrain finisce la sua gara in calando dopo un inizio discreto, il francese della FDJ non trova mai il ritmo e prende la paga da tutti i migliori.

Chiudono i due principali sfidanti per la maglia rosa. Dumoulin è il solito magnifico interprete della cronometro, allo stesso tempo potente sui pedali ed elegante sulla bicicletta. Ma oggi l’olandese non è quel mostro delle prove contro il tempo che tutti conoscono. Tom fa il suo ma non riesce a fare il vuoto. Chiuderà terzo, battuto anche da Martin. E Yates, che oggi doveva limitare i danni, fa una gara intelligente e sorretto da una condizione strepitosa paga “solo” 1 minuto e 15 dal rivale diretto. Alzi la mano chi alla vigilia avrebbe pensato a uno scarto così ridotto tra i due.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Rohan Dennis BMC Racing Team 40:00
2. Tony Martin Team Katusha-Alpecin +0.14
3. Tom Dumoulin Team Sunweb +0.22
4. Jos Van Emden Team LottonNL-Jumbo +0.27
5. Chris Froome Team Sky +0.35
6. Fabio Aru UAE Team Emirates +0.37
7. Alex Dowsett Team Katusha-Alpecin +0.40
8. Diego Ulissi UAE Team Emirates +0.40
9. Chad Haga Team Sunweb +0.47
10. David De La Cruz Team Sky +1.01

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter