Roger Federer è il primo finalista degli Australian Open

Roger Federer riscrive la storia del tennis. Numero 17 del ranking, 35 anni suonati, 6 mesi di stop eppure potrebbe vincere il 18esimo titolo della sua carriera

Non ci sono più parole per descrivere Roger Federer. Lui dipinge tennis, lui è il tennis. King Roger fa inchinare ai suoi piedi anche Stan Wawrinka, sconfitto nella prima semifinale nel tabellone maschile (7-5 6-3 1-6 4-6 6-3). 5 set giocati, tre ore e pochi minuti di match e alla fine Wawrinka saluta il pubblico e torna a casa a mani vuote perché è Roger Federer a proseguire la sua corsa. La dimostrazione di quanto sia mancato Roger Federer al tennis maschile sono i 15mila spettatori della Rod Laver Arena, nonostante oggi sì celebrasse l’Australia Day. Più volte i spettatori l’hanno celebrato con gesta e standing ovation. Nelle prime file persino la grande legenda del tennis Rod Laver ha tifato per Federer. E che dire della moglie di Roger, sempre affianco, sempre presente durante i suoi match.

La finale dei sogni potrebbe essere vicina. Roger in finale potrebbe trovarsi davanti il suo rivale di sempre, quello contro cui ha molte volte combattuto, Rafael Nadal. Rafa affronterà in semifinale domani il bulgaro Grigor Dimitrov, Baby Fed, come viene chiamato da tutti. Se dovesse proseguire Nadal, quella di domenica, dopo la finale femminile, sarebbe una finale storica. Roger potrebbe vincere un titolo Slam dopo quattro anni e mezzo (l’ultimo vinto a Wimbledon nel 2012), Rafa potrebbe vincere il suo 15esimo titolo, l’ultimo vinto a Roland Garros nel 2014 contro Novak Djokovic.

About the Author

Ioana Tita
Sono Ioana, ho 27 anni e sono laureata in economia preso l'università degli studi di Torino. Amo il tennis e le due ruote, le serie tv e i gatti.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter