Risultati e tabellini gara 4 semifinale di Lega A

Risultati e tabellini gara 4 semifinale di Lega A

Germani Basket Brescia – EA7 Emporio Armani Milano 70-76
(16-25, 17-17, 21-15, 16-19)

Brescia: Sacchetti 13, Landry 10, Vitali 10, Moss 9, Vitali 9, Cotton 7, Ortner 7, Moore 5. All. Diana.

Olimpia Milano: Kuzminskas 24, Micov 13, Jerrells 10, Cinciarini 9, Goudelock 7, Gudaitis 6, Bertans 3, Pascolo 2, Tarczewski 2. All. Pianigiani.

CRONACA:

Al PalaGeorge la Germani Brescia é con le spalle al muro, sotto 2-1 nella serie e coach Diana si gioca la carta Lee Moore al posto di Hunt. La partenza é di Milano che vola a +10 con le triple di Kuzminskas e Jerrells mentre la Leonessa si aggrappa alle giocate di Landry – clamorosa una schiacciata in testa a Gudaitis – e chiude il primo periodo sotto 26-16. In avvio di secondo quarto Pascolo fa +11, Luca Vitali mette la bomba del -4 ma lì s’accende Kuzminskas che segna 11 punti praticamente consecutivi e firma il 42-33 per Milano con cui si va negli spogliatoi. Nella ripresa Brescia tocca il -12, é sempre costretta a rincorrere e a replicare a Goudelock e Kuzminskas, ma resta a galla grazie a Moss, ad un guizzo di Moore e a Cotton, e al 30′ é a -3. Il quarto periodo s’apre con le bombe di Bertans e Kuzminskas per il +8 Olimpia, sembra finita ma Moss e Michele Vitali riportano la Germani a -3. Poco dopo Gudaitis fa +5, Sacchetti da tre risponde a Kuzminskas ma il divario resta intatto e Micov chiude il discorso coi liberi del definitivo 76-70. Per l’EA Emporio Armani il successo vale il ritorno alla finale Scudetto mentre Brescia chiude la stagione e si gode un meritatissimo tributo dal suo pubblico.

Dolomiti Energia Trento – Umana Reyer Venezia 84-76
(25-20, 11-21, 26-16, 22-19)

Trento: Hogue 17, Shields 17, Forray 16, Silins 12, Sutton 10, Gomes 7, Gutierrez 5. All. Buscaglia.

Venezia: Johnson 17, Daye 16, Watt 12, Haynes 9, Peric 6, Sosa 6, Biligha 4, Tonut 4, De Nicolao 2. All. De Raffaele.

CRONACA:

E’ battaglia fin dalla palla a due. Venezia vuole portare la serie a gara 5, Trento vuole chiuderla in casa ed evitare una nuova trasferta. E’ la Reyer, con super Tonut, a spingere subito forte raggiungendo un vantaggio di 5 punti. Sul finire della prima frazione però ecco la reazione della Dolomiti, che va avanti con le bombe di Forray e Silins e chiude il parziale a +5. 0-8 di controparziale Reyer in avvio di secondo quarto e Venezia nuovamente avanti. Come nei tre precedenti atti della sfida anche questa é aspra e tosta da giocare in campo, con altissimo rischio sanzioni pesanti da parte degli arbitri, fin qui solo minacciosi nei confronti di giocatori e panchine. La Reyer tiene la testa avanti, ma succede di tutto: triple in successione e palle perse da una parte e dall’altra in un crescendo d’intensità e spettacolo. Il ritmo é altissimo e nonostante la bagarre – pane per i denti dell’Aquila – é Venezia a chiudere avanti la seconda frazione di gioco: 36-41. Strappo orogranata con i lunghi: Watt sotto é una sentenza, Daye scalda la mano da fuori e Venezia é a +8. Ma due triple di Silins e una schiacciata di Shields riaccendono il PalaTrento facendolo esplodere una volta raggiunto il pareggio. La partita diventa sempre più bella, con continui cambi di padroni ed inerzia, che passa da una parte e dall’altra come niente fosse. Dal +4 Trento alla tripla del redivivo Dominique Johnson che vale il -1 per la Reyer. Ma é la squadra di casa ad avere più energie: si materializza così il +7 firmato Shields. E’ il momento della verità, l’ultimo quarto che s’apre con i padroni di casa a +5. Trento ne ha di più e vola a +10, mettendo una mano sulla finale. Hogue, Shields e Forray capeggiano l’armata bianconera di Buscaglia mentre dall’altra parte la Reyer butta in campo tutte le sue ultime energie. e’ Dominique Johnson – riesumanto dopo aver salato i primi tre match della serie – a tenere a galla l’Umana. Gli ultimi 2′ sono da infarto con Venezia che risale a -3 e ha la palla del pareggio. Sosa forza e sbaglia la tripla, Daye sbaglia da sotto mentre Gutierrez sigilla il+5 a 30” dalla sirena. Finisce 84-76 e pre Trento é gioia infinita. La squadra di Buscaglia torna in finale dopo solo un anno, vendicando proprio Venezia la sconfitta dell’anno passato.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter