Risultati e tabellini della Top 16 di Eurocup

Risultati e tabellini della 11 giornata di Eurocup

Torino – Bayern 90-76
(25-17, 21-15, 23-25, 21-19)

Torino: Garrett 21, Patterson 18, Vujacic 17, Iannuzzi 12, Washington 10, Okeke 4, Jones 4, Poeta 2, Mazzola 2. All. Banchi.

Bayern: Booker 17, Macvan 14, Redding 10, Djedovic 9, Cunningham 7, Hobbs 6, Zirbes 5, Gavel 5, Barthel 3. All. Djordjevic .

La Fiat Torino cancella la brutta prova di Trento, indovina la serata giusta e domina dal principio alla fine la favorita del girone di EuroCup Bayern Monaco: al PalaRuffini finisce 90-76 con l’Auxilium che riesce a mascherare anche la pesantissima assenza di Trevor Mbakwe. La schiena continua a fare i capricci e a questo punto la società potrebbe ricorrere da subito al mercato a caccia di soluzioni alternative, anche se contro i tedeschi Iannuzzi ha svolto il suo compito al meglio. La prima metà della partita è tutta gialloblù: la Fiat parte bene e il Bayern non sembra avere l’energia per replicare. Il primo quarto finisce 25-17, con Torino che ha toccato anche il +10 sul 25-15. L’andamento del match non cambia nel secondo quarto: la Fiat ha il pallino in mano, il Bayern sonnecchia, tanto che se di granata in campo se ne vede poco, lo si nota molto di più in tribuna per la presenza di tutto il Torino. A decidere di portare la squadra al PalaRuffini prima del ritiro pre-derby di domani sera è Sinisa Mihajlovic, amico di vecchia data del coach Bayern Sasha Djordjevic. All’intervallo lungo l’Auxilium è avanti di 14 sul punteggio di 46-32, con i tedeschi che pagano il pessimo 1/10 da tre cui i padroni di casa replicano con un positivo 6/17. E non bastano neppure le parole nell’intervallo lungo di un Djordjevic visibilmente insoddisfatto: la squadra tedesca fatica a riaversi, almeno fino al tecnico che viene fischiato alla panchina ospite. Quando poi il Bayern cerca di rialzare la testa con Macvan è un Garrett in versione Nba a ricacciarlo indietro. Al 35’ il Bayern torna in partita a -9 e coach Banchi chiama subito timeout per rimettere le cose a posto: poi ci pensa Patterson, due triple e partita finita, con un +14 per Torino che parla chiaro della differenza di energia vista in campo.

Reggiana – Limoges 87-54
(16-18, 24-13, 18-12, 29-11)

Reggiana: Della Valle 22, Wright 13, White 13, Sané 13, Reynolds 8, Candi 8, De Vico 7, Wright 3. All. Menetti.

Limoges: Bouteille 9, Hayers 8, Conklin 7, Lydeka 5, Joyce 5, Gibson 5, Carter 5, Howard 4, Morency 3, Jaiteh 3. All. Milling.

Reggio Emilia Inizia col piede giusto le Top 16 di EuroCup schiantando agevolmente il Limoges. Super prova di Amedeo Della Valle che ha trovato in James White e Landing Sanè le spalle ideali. Il team francese è rimasto in partita solo nel primo quarto, affondando poi assieme alle sue pessime percentuali: 41% da 2, 21 da 3 e 55 ai liberi cifre improponibili se si vuole vincere in trasferta. Il minuto di silenzio riservato a Frederic Forte, presidente ed ex giocatore del Limoges scomparso la sera di Capodanno a soli 47 anni, si trasforma in un applauso spontaneo di tutto il PalaBigi. L’inizio sembra sorridere ai francesi, avanti di 2 a fine primo quarto con Joyce protagonista. La reazione della Grissin Bon è una griffe tutta italiana che porta i nomi di Candi e Della Valle. Sono loro, autori di 8 e 11 punti nei primi 20’, a girare l’inerzia del match e a portare Reggio in testa all’intervallo. Sanè e White continuano il lavoro iniziato dai due golden boys emiliani e la squadra di Menetti scappa via. Sul +19 al 33’ la partita è virtualmente chiusa, col divario che si amplifica ulteriormente.

Trento – Cedevita 83-72
(13-23, 18-19, 25-20, 27-10)

Trento: Hogue 27, Shields 17, Gutierrez 15, Gomes 8, Silins 5, Forray 5, Flaccadori 4, Franke 2. All. Buscaglia.

Cedevita: Ukic 15, Nichols 15, Markota 12, Cherry 8, Musa 7, Murphy 7, Zganec 4, Katic 2, Johnson 2. All. Zdovc.

Si apre con una vittoria il 2018 della Dolomiti Energia. Al PalaTrento il quintetto di coach Buscaglia debutta nelle Top 16 di Eurocup superando i croati del Cedevita Zagabria per 83-72. L’Aquila Basket Trento comincia nel migliore dei modi il 2018 e vince la prima sfida delle Top 16 di Eurocup. La Dolomiti Energia ha completato il tris di successi italiani battendo i croati al termine di una rimonta incredibile. Decisive in casa aquilotta sono state le incredibili prestazioni di Gutierrez e Hogue , mentre al Cedevita non è bastato Ukic.
Buscaglia deve rinunciare a Sutton e lancia Silins in quintetto. Proprio Silins segna i primi punti trentini , ma i croati prendono subito in mano il controllo della gara. Il Cedevita gioca in maniera ordinata e sfrutta alla grande il pick and roll. I trentini soffrono il ritmo imposto dal Cedevita, sono imprecisi al tiro e gli ospiti scappano via. Nel secondo periodo la musica non cambia e il Cedevita, grazie d un magistrale uso del pick and roll, dilata il vantaggio con arriva fino al +18. Solo i lampi di Hogue permettono ai bianconeri di ridurre lo svantaggio prima all’intervallo. L’Aquila torna dall’intervallo con un’energia diversa, Hogue e Gutierrez portano i bianconeri fino al meno 5, prima che Ukic e Nichols ricaccino indietro i trentini. La formazione aquilotta però è rientrata in gara e il canestro di Beto sulla sirena del terzo quarto cambia l’inerzia della partita. Nell’ultima frazione sale in cattedra Gutierrez, che a suon di canestri e assist porta in vantaggio i suoi. I bianconeri mettono in piedi un parziale di 13-2 ed è una tripla del messicano che vale il primo vantaggio bianconero. I croati non riescono a reagire e l’Aquila scappa via coi canestri di Hogue e Shields.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter