Risultati e tabellini IV giornata di Champions League

Risultati e tabellini IV giornata di Champions League

Tofas Bursa – Happy Casa Brindisi 72-91
(21-27, 15-24, 17-21, 19-19)

Tofas: Tarik 22, Akoon-Purcell 11, Christon 10, Ugurlu 8, Yasar 7, Zubcic 5, White 4, Simmons 3, Konuk 2. All. Demir.

Brindisi: Bell 16, Perkins 13, Willis 12, Thompson 11, Krubally 10, Gaspardo 8, Visconti 8, Bostic 5, Udom 4, Zanelli 3, Cattapan 1. All. Vitucci.

CRONACA:

La sfida di Bursa si gioca da subito con un buon ritmo, alto punteggio e difese non troppo arcigne, soprattutto quella dei padroni di casa che sono 0-3 in questa fase playoff. La Happy Casa si porta sul +5 con un canestro di Gaspardo al volo su lancio di Willis, poi entrano Bell e Zanelli e stampano due bombe per il +8 a fine primo quarto sul 27-19! In avvio di secondo periodo il Tofas accorcia con l’ex pesarese Christon, ma poi Bell segna 8 punti consecutivi, Brindisi vola a +9 e i turchi devono chiamare timeout. A parte Phillip la formazione di casa non ha aiuti da altri intepreti mentre la Happy Casa ha un buon impatto anche da Visconti che mette i liberi del +11 e poi la tripla del +12 sul 47-35. Il Tofas non ha risposte contro l’attacco avversario che dilaga sul +15 con un’altra tripla di Willis e all’intervallo è 51-36 per la squadra di Vitucci che tira col 50%, smazza 17 assist e limite le perse, 5.

Nella ripresa Brindisi rientra un po’ molle, spenta, e il Tofas prova ad approfittarne: la squadra turca trova un paio di giocate fisiche dall’ex varesino Simmons, poi si mettono al lavoro l’ex torinese White e l’ex pesarese Christon, e i turchi arrivano a -9 sul 47-56. Lì è fondamentale un gioco da tre punti di Perkins per tornare a +12, ed è la scintilla per riavviare il motore di Brindisi: da quel momento infatti Bell segna un jumper da centro area e una tripla, Krubally schiaccia innescato da Thompson, poi è Willis a volare due volte sopra il ferro per il nuovo +17. Al 30′ è 72-53 Happy Casa con un canestro a rimbalzo offensivo di Krubally. Sostanzialmente la gara è in archivio, in avvio di ultimo quarto il Tofas ritrova il -13 con Zubic ma la replica di Krubally è immediata, poi Visconti mette la bomba del +18 e infine sono i liberi di Udom e una penetrazione di Willis a firmare il massimo vantaggio sul +22, 90-68.

Banco di Sardegna Sassari – Brose Bamberg 83-72
(25-14, 19-16, 21-23, 18-19)

Sassari: Bendzius 22, Kruslin 16, Happ 14, Burnell 8, Treier 7, Chessa 5, Spissu 5, Katic 4, Bilan 2. All. Pozzecco.

Bamberg: Seric 16, Hundt 11, Ogbe 11, Plescher 11, Gruttner 7, Baggette 6, Ruoff 4, Thompson 4, Lockhart 2. All. Roijakkers.

CRONACA:

Sassari allunga subito le mani sulla partita aggredendo con intensità ed entusiasmo, note vivaci importanti dopo la brutta sconfitta sofferta nel big-match della scorsa domenica contro la Virtus Bologna. La Dinamo balza sul +11 in chiusura di primo periodo e controlla fino al +14 dell’intervallo lungo. Il Bamberg ha una mini-reazione di nervi e orgoglio in apertura di terzo e quarto periodo, dove sfrutta anche il fisiologico calo di concentrazione della squadra di Pozzecco, ma non la forza complessiva per poter realmente impensierire la Dinamo.

Sassari si gode la grande serata di Eimantas Bendzius, iper-combattivo sin dalle prime battute e in versione macchina spara-tutto come dimostrato dai suoi 22 punti con 8/13 dal campo. Sostanzioso l’apporto della panchina in una partita in cui anche il Poz dà ampio minutaggio alle seconde linee: Filip Kruslin si presenta con mano calda e Ethan Happ raccoglie, passo passo, un bottino interessante di 14 punti con 6/7 al tiro. Poco incisivo, ma anche poco interessato alla contesa, Miro Bilan, fermo a quota 2 in 11 minuti, tenace Jason Burnell, generose le prove di Luca Gandini e Massimo Chessa.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter