Risultati e tabellini della XII giornata di Champions League

Risultati e tabellini della XII giornata di Champions League

Happy Casa Brindisi-PAOK Salonicco 93-91
(20-31, 25-22, 28-18, 20-20)

Brindisi: Stone 20, Brown 17, Banks 14, Zanelli 11, Campogrande 10, Martin 8, Gaspardo 7, Thompson 6. All. Vitucci.

PAOK: Shorter 26, Brown 15, Smith 15, Best 14, Margaritis 7, Wiggins 7, Sarikopoulos 4, Tsochlas 2, Knowles 1. All. Charalampidis.

CRONACA:

Il match del PalaPentassuglia vede Brindisi subito costretta ad inseguire, il PAOK parte con le marce alte e chiude il primo periodo avanti 31-20 con 10 punti consecutivi di un bollente Shannon Shorter. Nel secondo periodo la Happy Casa prova ad accorciare le distanza coi canestri di Stone e Zanelli per il -5 ma Salonicco allunga di nuovo fino a +11 con due bombe di Bobby Brown; lì c’è il buon impatto di Luca Campogrande che insacca tre canestri da oltre l’arco per il -4 ma gli ospiti hanno qualcosa in più e Best segna allo scadere per il 53-45 con cui si torna negli spogliatoi.

Nella ripresa i greci tornano a +11 sul 58-47 ma la Happy Casa non va al tappeto, risponde colpo su colpo con Stone, Banks e Thompson, e poi arriva una grande rimonta guidata da Zanelli e Gaspardo che firmano il sorpasso sul 70-68 e poi il vantaggio 73-71 a fine terzo quarto. Gli ultimi 10′ sono di totale equilibrio, a Shorter risponde Zanelli, poi Campogrande fa +4 dalla lunetta ma il PAOK c’è e si porta avanti sul 91-88 con una clamorosa bomba di Adam Smith a 24″ dal termine. Subito dopo Banks fa -1 con due liberi, poi viene spedito in lunetta Bobby Brown e a sorpresa l’ex di Siena e degli Houston Rockets fa 0 su 2. La Happy Casa ha così l’ultima chance, Banks attacca e poi scarica sull’arco per la tripla della vittoria di Stone!

SIG Strasburgo-Banco di Sardegna Sassari 83-88
(13-28, 29-18, 16-22, 25-20)

Strasburgo: York 21, Inglis 12, Nzeulie 11, Traoré 11, Reynolds 8, Scrubb 8, Parakhouski 6, Dallo 2, Serron 2, Tchicamboud 2. All. Collet.

Sassari: Pierre 17, Vitali 17, Spissu 16, Bilan 15, Gentile 9, Evans 8, Sorokas 5, Coleby 1. All. Pozzecco.

CRONACA:

La vittoria della squadra di Gianmarco Pozzecco si può riassumere nel 16/39 complessivo nel tiro pesante, un 41% fondamentale per prendere il controllo della partita nel primo periodo e per scardinare poi la difesa 2-3 schierata a lungo da coach Vincent Collet nel disperato tentativo di mettere una pezza al -16 su cui Strasburgo precipita al 14′, mostrando una sorprendente disorganizzazione collettiva generale e una morbidezza difensiva non ammissibile a questo livello. Nel momento cruciale, però, la regia fumosa di Jerrells unita a un paio di errori di disattenzione e rilassatezza della Dinamo aprono un pesante controbreak di 14-0 con cui i francesi rientrano in partita: ora, lo Strasburgo capitalizza sulle palle perse e i tiri sbagliati avversari e punisce con costanza riuscendo a esprimersi in velocità con un quintetto leggero, spinto dalle triple di Gabe York e Jeremy Nzeulie.

Il -2 dell’intervallo lungo costringe la Dinamo a dover rivincere una partita che sembrava poter essere controllata. Il mantenimento della difesa a zona e un’altra spingardata di York firmano addirittura il pareggio a quota 47, ed è poi un momento di estasi di Artsiom Parakhouski a rispondere al nuovo tentativo di allungo sassarese con Pierre ed Evans. È l’ultimo momento critico della serata, perché Sassari ritrova finalmente compattezza difensiva e torna ad affondare la lama in attacco con Pierre, Gentile e Bilan: le percentuali dall’arco tornano a salire e sono proprio due bombe in fila di Stefano Gentile a scavare il solco decisivo su una Strasburgo tornata a perdere a ripetizione gli uomini sul perimetro, rintronata dal perfetto movimento di palla della Dinamo. Un canestrone dall’angolo di Vitali lancia i definitivi titoli di coda e vanifica l’ultima sfuriata francese per il -5 conclusivo a partita ormai decisa.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter