Risultati e tabellini della X giornata di Eurocup

Risultati e tabellini della X giornata di Eurocup

Dolomiti Energia Trento-Valencia Basket 83-95
(18-23, 28-29, 15-26, 22-17)

Trento: Hogue 16, Marble 16, Gomes 14, Mezzanotte 12, Forray 11, Mian 8, Craft 5, Jovanovic 1. All. Buscaglia.

Valencia: Martinez 20, Matt 20, Labeyrie 17, Vives 10, Tobey 8, Diot 5, Doornekamp 5, Abalde 4, Garcia 3, Thomas 3. All. Ponsarnau.

CRONACA:

Fin dall’inizio Valencia prende in mano il controllo della sfida e tocca il +7 grazie ad uno scatenato Matt Thomas ma l’Aquila ricuce e chiude il primo periodo a -5. Nel secondo quarto però gli spagnoli cambiano marcia, le bombe di Vives, Martinez e Garcia valgono il +17, poi sul finire del tempo i padroni di casa reagiscono, Forray segna 5 punti in finale e Craft insacca sulla sirena il canestro del 46-52 con cui si torna negli spogliatoi. Nella ripresa l’inerzia torna a Valencia che allunga subito a +11 e poi, dopo il rientro di Trento a -4 grazie ad una bomba di Marble, gli ospiti hanno un’altra fiammata e con un break di 19-4 con Labeyrie e con le bombe dello scatenato Matt Thomas, volano a +19! Sembra finita ma ancora una volta la Dolomiti Energia tira fuori gli attributi e risale fino al -8: è però l’ultimo sussulto perchè poi Valencia risponde con Vives e una bomba di Martinez e chiude il discorso. Finisce l’avventura di Trento in EuroCup, sconfitta nonostante i 16 punti di Hogue e Marble. Per Valencia, che infila 13 triple su 24 tentativi, ci sono 20 punti di Matt Thomas e Martinez. L’Aquila chiude con un bilancio di 3 vinte e 7 perse.

Germani Brescia Leonessa-Ratiopharm Ulm 80-97
(17-28, 18-23, 22-22, 23-24)

Brescia: Hamilton 30, Cunningham 18, Sacchetti 8, Abass 5, Beverly 5, Bryon 5, Laquintana 4, Vitali 3, Moss 2. All. Diana.

Ulm: Miller 23, Evans 17, Akpinar 16, Maximilian 8, Green 6, Radosavljevic 6, Fotu 5, Gunther 5, Kramer 5, Thompson 5, Schilling 1. All. Leibenath.

CRONACA:

Serviva una vittoria di 2 punti alla Germani Brescia per volare alle Top 16 di Eurocup e invece la squadra di Andrea Diana viene travolta a domicilio dal Ratiopharm Ulm che accede con merito alla seconda fase grazie ad una prova di forza non indifferente. La partita del PalaLeonessa vede un buon avvio della Germani che si porta sul 12-8 con un canestro di Allen ma lì arriva un pazzesco blackout, Ulm ne approfitta e piazza un terrificante break di 18-0 firmato da Evans e dall’ex triestino Green per il 26-12; alla fine del primo periodo è 28-17 per i tedeschi che appaiono già in controllo. Nel secondo periodo l’inerzia resta al Ratiopharm che apre il fuoco dall’arco e con le triple di Ugrai e Gunther vola a +21; poi, dopo un piccola fiammata di Cunningham, Ulm mette di nuovo il piede sull’acceleratore e “doppia” Brescia sul 44-22. La Leonessa fatica a reagire, ha un altro flash con le triple di Hamilton e Allen per il -13 ma gli ospiti allungano di nuovo grazie a Miller e si va all’intervallo lungo sul punteggio di 51-35 per la formazione teutonica. Nella ripresa la musica non cambia, Ulm tocca subito il +24 e poi gestisce bene il margine, anche quando la Germani si porta fino a -15 coi canestri di Allen e di uno scatenato Hamilton. Nel quarto quarto la squadra di Andrea Diana arriva fino a -14 ma non si spinge mai oltre e così i tedeschi controllano fino alla fine, centrando una qualificazione meritata, firmata dai 23 punti con 7 assist di Miller e dai 17 di Evans. Alla Germani, che chiude così la sua prima esperienza nelle coppe europee, non basta un clamoroso Hamilton da 30 punti con 8 rimbalzi.

Unicaja Malaga-Fiat Torino 89-68
(26-21, 15-26, 26-10, 22-11)

Unicaja: Fernandez 15, Waczynski 14, Salin 13, Wiltjer 11, Shermadini 9, Roberts 8, Lessort 6, Milosavljevic 6, Suarez 5, Diez 3. All. Casimiro.

Torino: Moore 24, Hobson 12, Portannese 10, McAdoo 8, Anumba 4, Cusin 4, Wilson 4, Delfino 2. All. Brown.

CRONACA:

Resta a bocca asciutta la Fiat Torino che perde anche la decima e ultima sfida sul campo dell’Unicaja Malaga, già qualificato col secondo posto nel girone D, e chiude a zero punti, senza la minima soddisfazione. Al Palacio Martin Carpena è buono l’avvio dell’Auxilium che si porta sul 16-10 con una bomba di Portannese e poi, con la reazione degli andalusi, va al primo riposo sotto 26-21 per due triple del finlandese Salin. Nel secondo quarto la Fiat finisce anche a -10 ma reagisce con grande mentalità e le triple di Hobson e Moore valgono pareggio e sorpasso sul 34-31; da lì è uno show della squadra di Larry Brown che, trascinata da uno scatenato Dallas Moore, tocca anche il +10 e poi chiude con un positivo 47-41. Nel terzo quarto però cambia tutto, Torino subisco il sorpasso sul 54-52 con una tripla di Wiltjer e poi da lì è un incubo, e Malaga va all’ultimo riposo sul +10. Le cose per la Fiat non migliorano nell’ultimo periodo, l’Unicaja ha vita facile, Shermadini firma il +17 e poi gestisce, con le triple di Roberts e Waczynski per l’89-68 finale. Per l’Auxilium un’altra serata da dimenticare, con troppi alti e bassi, come conferma la prestazione di Dallas Moore, 24 punti ma solo 4 nella ripresa. L’Unicaja ha quattro uomini in doppia cifra, i migliori sono Fernandez e Waczynski con 14 punti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo