Risultati e tabellini della X giornata di Eurocup

Risultati e tabellini della X giornata di Eurocup

Bahcesehir – Umana Reyer Venezia 108-74
(19-21, 35-22, 30-15, 24-16)

Bahcesehir: Jones 26, Green 21, Robinson 16, Yilmaz 13, Akpinar 11, Akyazili 9, Aldridge 6, Owens 4, Yilmaz. All. Ernak.

Venezia: Fotu 21, Tonut 21, De Nicolao 12, Stone 11, Daye 4, Bramos 2, Possamai 2, Casarin 1. All. De Raffaele.

CRONACA:

La Reyer resiste per quasi un tempo, poi prima dell’intervallo subisce il primo scossone dei turchi e nella ripresa i padroni di casa dilagano toccando addirittura il +35: i migliori sono Tonut e Fotu con 21 punti, più i 12 di De Nicolao e gli 11 di Stone. Per il Bahçesehir è una serata clamorosa, col 53% al tiro da due, 15 su 23 dall’arco e 19 su 25 ai liberi, più 30 assist: brillano Jamal Jones, 26 punti, ed Erick Green, 21, bene anche Thomas Robinson con 16.

A Istanbul la Reyer Venezia parte bene e si porta sull’11-9 con le triple di Stone e Tonut, il Bahçesehir non ci mette troppo a rispondere, poi alla fine del primo quarto è 21-19 Umana col canestro a fil di sirena di un ispirato Tonut. Il secondo periodo ricalca il primo, con alto punteggio e percentuali molto elevate: i turchi provano la fuga grazie a Jones, immarcabile, e arrivano a +9 sul 36-27, Tonut però risponde con tre bombe praticamente consecutive per il nuovo -3, ma il Bahçesehir ne ha di più e dà un’altra sgasata con Robinson e le triple di Green e ancora Jones per il 54-43 dell’intervallo. Al ritorno sul parquet dopo la pausa negli spogliatoi le percentuali dei turchi si fanno ancora più torride, Akpinar, Jones e Green crivellano la retina e in un amen il punteggio dice +22, che diventa 84-58 al 30′. Venezia non ha modo di arginare l’attacco del Bahçesehir, in serata di grazia, così nel quarto periodo sprofonda fino al -35 sul 100-65. Nel finale i due allenatori danno spazio alle seconde linee e al suono della sirena è 108-74 per i padroni di casa che riescono finalmente a conquistare un successo sul parquet amico.

Boulogne Metropolitans 92 – Germani Basket Brescia 86-81
(22-21, 22-20, 17-17, 25-23)

Levallois: Marei 24, Goodwin 19, Michineau 11, Brown 9, Pinault 8, Konaté 7, Halilovic 4, Ginat 2, Roos 2. All. Zdovc.

Brescia: Chery 13, Crawford 9, Kalinoski 8, Bortolani 7, Sacchetti 5, Ristic 4, Ancellotti 2, Moss 2, Vitali 2. All. Buscaglia.

CRONACA:

Non è un buon inizio quello della Germani, che soffre a rimbalzo e paga troppi turnovers in fase di possesso. T.J. Cline è il principale punto di riferimento dell’attacco ospite, almeno fino all’ingresso sul parquet di Giordano Bortolani. La squadra allenata da Maurizio Buscaglia continua però a sprecare possessi e a soffrire il gran lavoro a rimbalzo offensivo di Marei, ma riesce comunque a chiudere la frazione a ridosso dei padroni di casa grazie al 75% al tiro. Marei continua a risultare rebus insolvibile nel pitturato bresciano, mentre Archie Goodwin diventa una spina nel fianco inattesa per la difesa ospite. La formazione di Jure Zdovc costruisce triple con metri di spazio, piazza un 8-0 e vola sul 40-32 a 3’ dalla fine del 1° tempo. Le palle perse cominciano a limitare anche l’attacco del Boulogne e così Brescia, trascinata da Cline, ritorna a stretto contatto al 20’.

Le palle perse caratterizzano anche l’inizio di ripresa della Germani, che incassa un altro parziale con Kenny Chery protagonista in negativo. Marei sotto canestro continua a banchettare, ma le triple degli esterni e lo show offensivo di Brian Sacchetti rimettono avanti gli ospiti al 28’ di gioco. Quando non sono i turnovers a limitare e frammentare il gioco di Brescia, tocca ai falli, che concedono troppi viaggi in lunetta ai padroni di casa. Bonus di squadra esaurito al 34’, David Moss out per 5 falli e -4. Il duello a distanza tra Marei e Cline ravviva una sfida avara di spettacolo e caratterizzata da troppi errori difensivi della squadra di coach Buscaglia. Goodwin pensa al resto, piazzando qualche giocata da highlights e spezzando definitivamente le resistenze bresciane.

Dolomiti Energia Trento – Herbalife Gran Canaria 56-67
(12-22, 18-24, 12-8, 14-13)

Trento: Browne 12, Williams 9, Forray 8, Martin 7, Sanders 7, Maye 6, Morgan 3, Conti 2, Ladurner 2. All. Brienza.

Gran Canaria: Slaughter 18, Beiran 13, Shurna 11, Okoye 10, Dimsa 7, Balcerowski 4, Burjanadze 2, Stevic 2. All. Fisac.

CRONACA:

L’Herbalife mette le cose in chiaro fin dal 1° quarto, trascinata dalle triple della coppia Dimsa-Shurna. Nella frazione successiva, Trento non riesce a contenere lo strapotere offensivo della coppia Okoye-Slaughter e scivola sul -16 a metà gara. La ripresa serve solamente per ammirare tanti errori al tiro e troppe palle perse, specie di uno spento Gary Browne. Javier Beiran lavora bene a rimbalzo e controlla i tabelloni, oltre a piazzare le 2 bombe consecutive che spezzano i sogni di rimonta dei padroni di casa.

Virtus Segafredo Bologna – Telent Giants Anversa 92-73
(26-21, 31-17, 16-21, 19-14)

Virtus Bologna: Alibegovic 16, Weems 14, Abass 11, Adams 11, Ricci 9, Gamble 8, Tessitori 8, Hunter 7, Markovic 5, Teodosic 3. All. Djordjevic.

Antwerp Giants: Bleijenbergh 14, Faye 14, Kesteloot 13, Dudzinski 12, Branch 7, Jenkins 6, Donkor 5, Eynde 2. All. Beghin.

CRONACA:

Già sicura del primo posto matematico, Bologna ha possibilità di allargare in maniera enorme le rotazioni in una partita già in ghiaccio all’intervallo lungo, chiuso sul +19 grazie a un imponente secondo periodo da 31-17. Amar Alibegovic trascina la formazione di coach Sasha Djordjevic con 16 punti, suo career-high in coppa, cui seguono i 14 di Kyle Weems e gli 11 a testa per la coppia composta da Awudu Abass e Josh Adams. Non servono, ancora una volta, peripezie particolari da parte di Milos Teodosic: il serbo può amministrarsi giocando 21 minuti dalla panchina, con 3 punti, 6 assist e 3 rimbalzi.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter