Risultati e tabellini della VIII giornata di Eurocup

Risultati e tabellini della VIII giornata di Eurocup

Cedevita Olimpija Lubiana-Germani Brescia 73-62
(19-20, 19-6, 13-17, 22-19)

Cedevita Olimpija: Boatright 14, Miller-McIntyre 14, Hopkins 12, Kruslin 11, Stipanovic 8, Zirbes 6, Muric 5, Simonovic 2, Blazic 1. All. Rimac.

Brescia: Horton 13, Abass 10, Lansdowne 10, Moss 10, Vitali 5, Cain 4, Laquintana 4, Sacchetti 2, Warner 2, Zerini 2. All. Esposito.

CRONACA:

La partita è equilibrata in avvio, la Germani inizia sotto 9-3 ma poi mette la testa avanti sul 16-13 con le triple di Vitali e Lansdowne, e al 10′ conduce 20-19. Nel secondo quarto Brescia va in tilt per oltre 5′, non segna praticamente mai e finisce a -9 sul 33-24. Ci pensa Warner a svegliare la Leonessa ma all’intervallo è -12 sul 38-26 per la tripla sulla sirena di Miller-McIntyre. La ripresa vede un ottimo avvio della Germani che torna fino a -3 approfittando delle difficoltà del Cedevita, poi addirittura -2 coi liberi di Moss e Sacchetti, purtroppo però l’aggancio non arriva e i padroni di casa scappano di nuovo sul +11 con Boatright e al 30′ sono in controllo sul 51-43. Nell’ultimo quarto Brescia sprofonda a -13 ma non molla, con le triple di Abass, Lansdowne e due di Moss arriva fino a -4 a 40″ dal termine. A quel punto la Germani sogna il colpo e invece rovina tutto, cancellando anche il +7 dell’andata: infatti arrivano due palle perse sanguinose che permettono a Miller-McIntyre di segnare col fallo e poi a Kurslin di mettere i due liberi del definitivo 73-62.

Tofas Bursa-Umana Reyer Venezia 73-80
(19-22, 19-19, 17-19, 18-20)

Tofas: Williams 16, Yasar 14, Phillip 12, Mejia 10, Lojeski 8, Ermis 7, White 4, Ugurlu 2. All. Ene.

Venezia: Bramos 28, Chappell 13, Watt 13, Daye 11, Stone 5, De Nicolao 3, Filloy 3, Udanoh 2, Vidmar 2. All. De Raffaele.

CRONACA:

La sfida vede un grande avvio di Chappell che con 8 punti firma il 15-7 per Venezia, poi Daye e Watt fanno subito +9, ma appena inizia la girandola di cambi il Tofas ricuce lo strappo grazie al buon impatto di Ermis e del lungo Yasar: al 10′ è 22-19 Reyer. Nel secondo periodo Yasar prosegue il suo show, il Tofas mette anche il naso avanti sul 25-24, Venezia però risponde nel modo giusto, Bramos mette due triple per il +7 e poi firma il canestro sulla sirena del 41-38 con cui si torna negli spogliatoi per l’intervallo, dopo che i padroni di casa erano tornati a -1 con una bomba di Mejia. Il terzo quarto inizia al meglio per Venezia, le triple di Bramos, Chappell e Stone, unite alla difesa di Watt, valgono il nuovo +9 ma la Reyer non chiude il discorso, il Tofas risale fino a -2 con Phillip e Yasar, e poi è De Nicolao a inventarsi la tripla di tabella per il 60-55 con cui si va all’ultimo riposo. L’ultimo quarto si apre con i canestri di Bramos e Watt per il +9, poi Filloy mette la bomba del +10 e successivamente si innesca Daye che realizza due prodezze delle sue per il 76-61 a 3′ dal termine. E’ il colpo del ko per il Tofas che con Williams torna a -9 e infine a -7, ma non c’è più tempo per togliere all’Umana un successo strameritato.

Morabanc Andorra-Segafredo Virtus Bologna 93-79
(27-22, 25-22, 14-25, 27-10)

MoraBanc Andorra: Massenat 17, Sy 17, Jelinek 16, Hannah 9, Llovet 8, Walker 8, Perez 6, Todorovic 5, Senglin 4, Musli 3. All. Navarro.

Virtus Bologna: Teodosic 19, Gaines 18, Gamble 14, Hunter 7, Markovic 6, Baldi Rossi 6, Cournooh 3, Delia 3, Pajola 3. All. Djordjevic.

CRONACA:

Bologna, già priva di una pedina fondamentale come Kyle Weems, paga in maniera molto salata i pessimi avvii dei primi due periodi: dopo aver incassato un 14-0 iniziale, la squadra di Djordjevic concede un altro 10-0 nel secondo periodo che rende la partita una lunghissima ed estenuante rincorsa. Bologna gira a sprazzi ricalcando le fiammate di Teodosic, ma una bassa intensità difensiva concede troppe triple comode ai tiratori di Andorra che tengono le mani ben in caldo: all’intervallo lungo è 52-44 con uno scintillante 9/14 dall’arco dei padroni di casa. La risposta emotiva tanto attesa da Djordjevic arriva, improvvisa, nella seconda metà di un terzo periodo cominciato con una Virtus ancora contratta e confusa in attacco senza il lume di Teodosic: le seconde linee costruiscono un break di 4-16 con tanta difesa, l’unica vera scintilla di Frank Gaines e un paio di bombe di Cournooh e Baldi Rossi per il +3 all’ultimo mini-riposo. La speranza di una grande vittoria in rimonta, però, svanisce nelle battute iniziali del quarto periodo, quando Andorra replica piazzando un controbreak di 17-3 cavalcando le ottime letture di Clevin Hannah e la serata di fuoco di Frantz Massenat, top-scorer assieme a Bandja Sy con 17 punti e 4/5 dall’arco.

EWE Oldenburg-Dolomiti Energia Trentino 106-88
(22-28, 22-18, 30-23, 34-19)

Oldenburg: Larson 31, Blakes 21, Paulding 18, Mahalbasic 17, Boothe 11, Sears 6, McClain 4. All. Drijencic.

Trento: Blackmon 25, Knox 15, Gentile 13, Mezzanotte 12, Forray 10, Kelly 7, King 3, Mian 3. All. Brienza.

CRONACA:

L’avvio di partita è eccezionale per Trento con un Mezzanotte in spolvero che segna 7 dei primi 13 punti di squadra; l’Aquila allunga e tocca il +12 grazie a Blackmon e Kelly. Alla fine del primo quarto è 28-22. In avvio di secondo periodo però la Dolomiti Energia si ferma, l’Oldenburg sorpassa sul 33-32 con una tripla di Paulding, poi da lì è un botta e risposta fino all’intervallo, dove le squadre vanno sul punteggio di 46-44 per gli ospiti. Nella ripresa l’inerzia resta a favore dei tedeschi che allungano sul +9, poi Blakes a suon di triple respinge il ritorno di Trento che si porta anche a -2 con una tripla di Mian ma non va oltre e così nell’ultimo periodo è uno show dei tedeschi. Infatti, sul 74-71, Oldenburg produce un break di 15-0 e sostanzialmente archivia la pratica. Trento risale fino a -11 ma non c’è spazio per riaprire il discorso e così Oldenburg può far scattare la festa.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter