Risultati e tabellini della VI giornata di Champions League

Risultati e tabellini della VI giornata di Champions League

Pinar Karsiyaka – Happy Casa Brindisi 107-88
(28-24, 25-19, 30-28, 24-17)

Pinar Karsiyaka: Taylor 30, Kennedy 21, Morgan 20, Sek 13, M’Baye 10, Yildirim 5, Birsen 4, Erden 4. All. Sarica.

Brindisi: Bostic 28, Willis 12, Zanelli 11, Perkins 10, Bell 7, Thompson 7, Gaspardo 4, Krubally 4, Visconti 3, Udom 2. All. Vitucci.

CRONACA:

La partita è da subito ad alto punteggio, gli attacchi approfittano di difese un po’ “ballerine”, il Pinar sembra più fresco visto il riposo nell’ultimo turno di campionato, allunga subito sul 14-7 e poi sul 28-21 con due bombe di Taylor, ma al 10′ è 28-24 in virtù di tre liberi di Bostic. Nel secondo periodo la Happy Casa parte meglio, Thompson accorcia sul -1, poi le triple di Zanelli e Bell e un jumper di Bostic valgono sul sorpasso sul 37-36, e Udom firma il +3! Lì la squadra di Vitucci incappa in un inaspettato blackout, il Pinar approfitta, piazza un break di 17-4 con 14 punti di un indemoniato Taylor, tocca anche il +11 e va all’intervallo in controllo sul 53-43.

Nella ripresa Brindisi inizia con una gran schiacciata di Willis ma la musica non cambia, i turchi segnano canestri in serie con estrema facilità e volano fino a +18 sul 71-53 con due bombe di M’Baye e Kennedy e due liberi di Morgan. La Happy Casa, pur con poche idee e anche parecchio nervosismo, resta in corsa con le bombe di Bostic, Zanelli e Visconti, chiude il terzo periodo a -12 e nel quarto quarto risale fino a -6 ancora con Bostic e con un canestro da sotto di Gaspardo. Purtroppo per Brindisi la rimonta si ferma lì, Morgan segna 5 punti filati pesantissimi, Yildirim e Henry aggiungono altre due bombe per il nuovo +14 e sostanzialmente cala il sipario sulla partita. Il finale è 107-88, Brindisi saluta la Champions con tanto rammarico, più per le due gare perse in volata con Holon che non per questa: la Happy Casa deve ora resettare tutto, ritrovare un po’ di energie e pensare al big match di campionato di domenica sera alle 20.45 in casa contro la capolista Olimpia Milano.

Banco di Sardegna Sassari – Era Nymburk 73-91
(19-32, 17-22, 16-19, 21-18)

Sassari: Bendzius 15, Treier 13, Happ 11, Kruslin 11, Burnell 8, Gentile 7, Bilan 3, Spissu 3, Katic 2. All. Pozzecco.

Nymburk: Prewitt 21, Dalton 17, Tuma 13, Kriz 11, Palyza 10, Safarcik 8, Hruban 7, Benda 4. All. Amiel.

CRONACA:

La Dinamo non approccia nel migliore dei modi il match, soffrendo molto le giocate di Jakub Tuma e incassando un 2-10 nei primi 3’. Omar Prewitt sostituisce egregiamente il compagno – quando quest’ultimo viene richiamato in panchina – e infila 2 bombe consecutive per il +10 ospite. Sassari, al netto della precaria condizione fisica di tanti giocatori, concede davvero tantissimo all’ERA e sembra in completa balia degli avversari. Vojtech Hruban diventa assoluto protagonista in apertura di frazione successiva, piazzando due schiacciatone in fila per coronare uno 0-8 con cui Nymburk scappa definitivamente via. Ethan Happ è l’unico biancoblu capace di mettere in crisi la difesa di coach Amiel, almeno finché Stefano Gentile non tenta di caricarsi sulle spalle tutto l’attacco casalingo. A metà gara però il divario è ancora ampissimo, anche perché Prewitt non fa sconto alcuno.
La difesa dell’ERA continua a fare la differenza, estromettendo dal match un Miro Bilan comunque poco propositivo e assaltando qualsiasi portatore di palla avversario. Hayden Dalton ne scrive 8 consecutivi per il massimo vantaggio ospite a metà 3° quarto, mentre Kaspar Treier prova a ridare un senso a un match che anche al 30’ sembra irrimediabilmente compromesso. Nymburk non molla neanche nell’ultimo periodo, consapevole del fatto che questa vittoria gli consentirà di giocarsi il 1° posto nel Gruppo L col Casademont Saragozza nello scontro diretto casalingo fra 2 giorni.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter