Risultati e tabellini della V giornata di Top 16 di Eurocup

Risultati e tabellini della V giornata di Top 16 di Eurocup

Dolomiti Energia Trento-Darussafaka Tekfen 74-95
(17-29, 17-26, 12-19, 28-21)

Trento: Blackmon 22, Knox 13, Forray 8, Mezzanotte 8, Gentile 5, Mian 5, Pascolo 5, Voltolini 4, Craft 2, Ladurner 2. All. Brienza.

Darussafaka: Browne 14, Colson 14, Lamb 14, Jones 12, Ozmizrak 11, Hamilton 10, Guler 6, Demir 5, Sav 5, Agva 2, Veyseloglu 2. All. Selcuk.

CRONACA:

Al PalaTrento, quasi deserto, c’è equilibrio fino al 15-16, con la bomba del -1 di Mezzanotte, poi il Darussafaka piazza un break di 11-0 in meno di 2′ con due bombe di Lamb e una di Browne, e i turchi scappano a +12, confermato al 10′ col canestro sulla sirena di Guler per il 29-17. In avvio di secondo quarto l’Aquila Trento si riporta a -6 con un gioco da tre punti di Gentile e una bomba di Mezzanotte ma lì arriva un’altra risposta potente del Darussafaka: 10-0 e poi parziale che si allarga fino al 55-33 con cui si va all’intervallo con le triple degli indiavolati Lamb e Ozmizrak, più le giocate sopra al ferro di Jones e Hamilton. Nella ripresa non c’è storia, il Darussafaka trova punti anche da Colson e Browne, al 30′ è avanti 74-68 e poi a inizio quarto periodo tocca il +32, massimo vantaggio, sul 78-46 con Guler.

Promitheas Patrasso-Germani Basket Brescia 67-56
(16-16, 19-16, 22-19, 10-5)

Promitheas: Mavrokefalidis 15, Hall 11, Agravanis 10, Mantzaris 10, Katsivelis 8, Babb 5, Jones 4, Kaselakis 4. All. Giatras.

Brescia: Laquintana 16, Horton 15, Moss 5, Abass 4, Lansdowne 4, Trice 4, Warner 4, Cain 2, Sacchetti 2. All. Esposito.

CRONACA:

Il primo periodo è equilibrato, il Promitheas si affida a Mavrokefalidis e ad Agravanis in avvio, la Germani fatica a sbloccarsi ma poi ha un buon apporto da Trice, Horton e Moss, e proprio il veterano completa il gioco da tre punti del 16-16 al 10′. Nel secondo quarto i greci continuano ad attaccare il canestro in penetrazione, soprattutto Mantzaris che firma il +6, poi Babb segna da tre e Katsivelis segna col fallo per il +10 sul 33-23. La reazione della Germani è affidata ancora a Horton che segna fa fuori, dalla media distanza e poi ruba per la schiacciata del -6, poi è ancora l’ex Astana a segnare il -3, 35-32, con cui si torna negli spogliatoi per l’intervallo.

In avvio di ripresa Cain segna subito il -1, poi però il Promitheas si rimette al lavoro, Mavrokefalidis segna 5 punti in fila per il +10 e Hall infila la bomba del +13 sul 49-36 che mette paura a Brescia. La squadra di Esposito non cede, ha un buon impatto da Warner e poi si accende Laquintana che realizza 8 punti di fila, compresa una tripla da lontanissimo, e tiene la Leonessa in vita sul -6, 57-51, al 30′. L’ultimo quarto si apre con Horton che fa -4 ma il Promitheas risponde col sorprendente Jones che stoppa Zerini e poi si inventa due canestri in fila per il nuovo +8. La Germani ha la forza di tornare a -5 sul 61-56 con un canestro di Horton ma poi le energie finiscono, Mantzaris e Mavrokefalidis firmano un break di 6-0 e di fatto si chiude il match. Purtroppo Brescia non è nemmeno fortunata con gli arbitri che nel momento chiave non vedono un clamoroso fallo su Moss e un evidente intervento di piede di Mavrokefalidis che avrebbe fato un possesso pieno agli ospiti.

Segafredo Virtus Bologna-Partizan NIS Belgrado 82-84
(18-13, 29-22, 21-28, 14-21)

Virtus Bologna: Teodosic 24, Markovic 17, Gamble 11, Ricci 9, Hunter 5, Weems 5, Cournooh 3, Marble 3, Baldi Rossi 3, Delia 2. All. Djordjevic.

Partizan: Walden 29, Thomas 10, Trifunovic 8, Bircevic 6, Jaramaz 6, Paige 6, Mosley 5, Valickovic 5, Jankovic 4, Zagorac 4, Gordic 1. All. Trinchieri.

CRONACA:

Nel complesso, la partita segue l’andamento di fisicità e atletismo, premiando prima la Virtus, capace di schierare una difesa mordente per i primi 25′, e poi il Partizan, rianimato dall’unica fiammata di Rashawn Thomas nel terzo periodo e da un paio di triple consecutive di Uros Trifunovic, fondamentali per tenere gli ospiti in scia in un momento di ripresa di controllo delle operazioni di Teodosic. Pesano tanto i falli che costringono coach Djordjevic a rivedere le rotazioni: nello specifico, Kyle Weems sorvola soltanto una partita in cui non trova il sostegno necessario da Devyn Marble, lasciando scoperta una posizione-chiave per gli equilibri bianconeri. Ma pesa anche, e forse ancor di più, il calo di Stefan Markovic trascinatore nella prima metà di gioco ma poi in difficoltà nel tenere un livello elevato di qualità su entrambi i lati del campo nella ripresa.

Umana Reyer Venezia-EWE Oldenburg 82-78
(24-14, 21-25, 12-17, 25-22)

Venezia: Chappell 16, Watt 14, Bramos 13, De Nicolao 12, Goudelock 10, Vidmar 7, Daye 6, Filloy 2, Mazzola 2. All. De Raffaele.

Oldenburg: Mahalbasic 24, Larson 12, McClain 8, Sears 8, Paulding 7, Tadda 6, Moore 5, Hobbs 3, Schwethelm 3, Amaize 2. All. Drijencic.

CRONACA:

Al Taliercio parte forte la Reyer, 7-0 con una bomba di De Nicolao, poi il punteggio diventa 14-7 e l’Umana vola fino a +12 con un canestro al ferro di Goudelock! Oldenburg fatica a rispondere, chiude il primo quarto sotto 24-14 e poi nel secondo periodo la squadra di De Raffaele tiene un buon margine, ancora a +11 con un pimpante De Nicolao. Prima dell’intervallo i tedeschi hanno un sussulto e ricuciono fino a -6 sul 45-39.

Nella ripresa la Reyer rimette il piede sull’acceleratore, Watt firma due canestri per il nuovo +13 ma Oldenburg davvero non ci sta, si aggrappa al solito Mahalbasic, immarcabile, e poi ricuce trovando due giocate con Sears e arrivando fino al -3 sul 55-52 e addirittura a -1 al 30′, 57-56. Gli ultimi 10′ sono tambureggianti, si va ad elastico, Venezia torna di nuovo a +9 con un gioco da tre punti di Watt, ci resta sul 78-69 e poi incassa l’ennesimo rientro di Oldenburg, fino al -4 sul 79-75. Lì arrivano le giocate decisive di Daye, che stoppa Mahalbasic, e poi la tripla di De Nicolao per l’82-76!

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter