Il Real Madrid conquista la Supercoppa Europea: 2-1 al Manchester United

SKOPJE, MACEDONIA - AUGUST 08: Casemiro of Real Madrid celebrates scoring his sides first goal with his Real Madrid team mates during the UEFA Super Cup final between Real Madrid and Manchester United at the Philip II Arena on August 8, 2017 in Skopje, Macedonia. (Photo by Dan Mullan/Getty Images)

Casemiro prima e Isco poi regalano al Real Madrid la quarta Supercoppa Europea della sua storia: Manchester United battuto 2-1. Real Madrid dominante in lunghi tratti, partita riaperta nel finale da Romelu Lukaku ma Real Madrid che nel corso della partita hanno colpito anche due traverse.

FORMAZIONI:

Real Madrid (4-3-3): Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Bale, Benzema, Isco. All. Zidane.

Manchester United (4-3-3): De Gea; Valencia, Lindelof, Smalling, Darmian; Herrera, Matic, Pogba; Mkhitaryan, Lukaku, Lingard. All. Mourinho.

CRONACA:

Parte meglio la formazione Campione d’Europa con un primo tentativo di Bale, che sfrutta il doppio buco tra Pogba e Matic. Al quarto d’ora Casemiro prende il tempo a Darmian su calcio d’angolo e centra di testa la traversa: lo stesso brasiliano ci riprova poco dopo da fuori con una conclusione di poco alta. Al 24′ le Merengues passano con il bellissimo assist di Carvajal: l’inserimento dello stesso Casemiro è al limite del fuorigioco, ma il mediano conclude di prima incrociando di sinistro. La palla finisce all’angolino e si spezzano gli equilibri a Skopje. A questo punto il Real prova ad addormentare la gara con un prolungato possesso palla, mentre il Manchester United prova a reagire cercando la profondità con Lukaku. Herrera ci prova dalla distanza senza fortuna, nel finale di primo tempo un’occasione per parte con Benzema e lo stesso belga, ma i due portieri si fanno trovare pronti.

Mourinho gioca la carta Rashford all’intervallo, ma nella ripresa è ancora il Real Madrid ad andare in rete con un bellissimo triangolo firmato da Isco e Bale: la difesa dei Red Devils è tagliata a fette e lo spagnolo apre il piattone nell’angolo basso. Immediata reazione dello United con una clamorosa doppia occasione: Pogba ci prova di testa da posizione ravvicinata, ma trova la respinta corta di Navas, Lukaku poi si divora il goal calciando di destro incredibilmente a lato con la porta quasi totalmente sguarnita. Al 61′ Bale sfugge ancora alla difesa avversaria ed entra in area, poi cerca il destro potente e trova un’altra traversa: la seconda della serata per i Blancos. Mourinho manda in campo anche Fellaini per cercare nuove soluzioni sui palloni alti e al 62′ arriva la rete inglese: Matic carica il sinistro da fuori e trova l’imprecisa risposta di Navas, che lascia il pallone a disposizione di Lukaku. Questa volta il belga non fallisce e centra l’obiettivo con il portiere avversario a terra. Nel finale Zidane manda in campo Vazquez e Asensio, ma il Manchester United continua a cercare il pareggio. Matic serve Fellaini in area, ma il belga spedisce alto sulla traversa. Rashford ha nel finale il ghiotto pallone del pareggio, ma si fa ipnotizzare da Navas ed il portiere devia il rasoterra con un grande intervento. Sul ribaltamento di fronte Benzema tiene troppo il pallone e sciupa un pericolosissimo contropiede. L’ultima palla-goal la crea Valencia, che dalla destra trova un bel cross per Fellaini, ma il colpo di testa del centrocampista finisce tra i guantoni di Navas. In pieno recupero Vazquez semina il panico in area avversaria, poi serve al centro Asensio, che di prima impegna De Gea ad un grande intervento. Finisce 2-1 con l’ennesimo trionfo spagnolo.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter