REAL MADRID MERCATO BLOCCATO

Controversa decisione della Fifa in merito alle trattative, giudicate illegali, del Real Madrid (e dell’Atletico) nei confronti di alcuni giocatori minorenni, per evitare una vera e propria “tratta”. Ma sulle spese pazze di certi club, nessuno interviene.

Una svolta nel calciomercato sempre più internazionale: il Real Madrid (e pure l’Atletico Madrid) non potrà effettuare più trattative per le prossime due sessioni di mercato, a causa di una squalifica che la Fifa gli ha rifilato nel caso della presunta “tratta” di calciatori minorenni per violazione sul regolamento del tesseramento di giovani calciatori.

Non è la prima volta che accade, già il Barcellona e altri club ne erano rimasti coinvolti. Stupisce, semmai, la severità della pena: e, in ogni caso, qui si tratta di calciatori minorenni che rischiano solo…di diventare miliardari. Come avvenne, anni fa, con Leo Messi a Barcellona. Ma la “Pulce”, allora, era accompagnato dal papà.

E, infatti, l’attenzione dei vertici del calcio è giustificata dal fatto che i minorenni devono solo pensare a divertirsi, ma a questi livelli – quando si arriva a giocare nelle giovanili del Real Madrid o dell’Atletico – siamo lontani anni luce dal pericolo di sfruttamento minorile, o no? Credo che su questi siamo tutti d’accordo. Immagino che molti genitori, tra noi, pagherebbe per avere il figlio in un settore giovanile del genere, o no?

Fatto sta che anche il tanto vituperato mondo del pallone ha le sue regole e, in questa vicenda, sono le seguenti: la presenza della famiglia al fianco del giovane calciatore minorenne o una adeguata assistenza anche organizzativa e domestica da parte della società o una distanza chilometrica tra luogo di residenza e luogo di allenamento inferiore ai 150 km. Uno di qeusti tre casi deve per forza sussistere, altrimenti l’acquisto del minorenne verrà considerato irregolare.

Evviva le regole, quindi: ma che vengano rispettate da tutti. Come nel caso del famigerato fair play finanziario: ma esiste ancora o non esiste più?

Mi colpisce, infatti, l’assoluta mancanza di provvedimenti – fosse anche solo a calmierare i prezzi – nei confronti del mercato pazzo di alcune squadre come il Manchester City e il Paris Saint Germain degli sceicchi. Mi sembra evidente che sono loro a comandare ora il mondo del calcio. Fino a prova contraria. Fino al prossimo blocco del mercato.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter