Il Real Madrid domina e l’Olimpia Milano resta a zero vittorie

Doncic segna 27 punti e condanna l’Olimpia Milano alla 3a sconfitta in altrettante gare, nonostante i 20 punti a testa di Gudaitis e Goudelock.

Il Real Madrid parte con due 18enni in quintetto e il predestinato sloveno fa subito capire che a Madrid per passare serve una partita perfetta. 10 punti e 3 assist in 8’ per lui e Real che chiude il primo quarto 30-28. Milano tiene buone percentuali al tiro, con M’Baye che ancora una volta si fa notare, ma i padroni di casa mostrano di avere qualcosa in più. Micov, come col Fener, non sbaglia una scelta e con 7 punti tiene lì l’Olimpia, che però difensivamente non regge e i 30 punti subiti nel primo quarto sono il dato più preoccupante. Il punteggio resta alto e il match punto a punto. Per Milano a condurre le operazioni sono Micov e Goudelock, mentre Cusin dietro stoppa tutto. Primo tempo 54-54, Doncic devastante ma Milano è lì.

L’Olimpia parte forte nella ripresa: 0-6 di parziale e speranze biancorosse che crescono. La risposta del Real è devastante: 10-0 firmato Doncic e padroni di casa che provano a dare la botta alla partita. Mentalmente Milano crolla con Goudelock che commette fallo antisportivo sul solito Doncic. Lo sloveno non sbaglia niente, segna i liberi del +8 e l’inerzia è tutta per le merengues”. E’ la mazzata decisiva per l’Olimpia, surclassata dal 18enne col numero 7 che concretizza il parziale, salito a 20-0, che sembra dare la gara in mano ai blancos. Così come nell’esordio a Mosca, l’Olimpia raschia le energie a disposizione e risale a -7 con Gudaitis che macina punti e diventa il fulcro dell’attacco biancorosso. Theodore si guadagna la panchina, suo malgrado, dopo un fallo con fischio esagerato dagli arbitri e una protesta, che significa tecnico, 5° personale e fine partita. Milano si ritrova anche a -6 ma nel momento di accorciare ulteriormente Campazzo piazza la tripla che attenta alle ultime velleità dell’Olimpia. Goudelock dà ancora speranza con la tripla del -3 a 2’26” dalla fine, Causer risponde, sono concitatissimi i minuti finali. La tripla di Taylor e il canestro di Campazzo mandano i titoli di coda alla terza vittoria del Real Madrid e alla terza sconfitta dell’AX Armani Exchange, che giovedì affronterà al Forum un’altra spagnola, sconfitta in serata in casa dallo Zalgiris, per cercare la prima agognata vittoria.

REAL MADRID – OLIMPIA MILANO 100-90
(30-28, 24-26, 27-20, 19-16)

Real Madrid: Doncic 27, Campazzo 14, Ayon 13, Causeur 12, Taylor 11, Reyes 6, Randle 5, Fernandez 5, Carroll 4, Maciulis 3. All. Laso.

Olimpia Milano: Gudaitis 20, Goudelock 20, Micov 15, Theodore 10, Bertans 9, M’Baye 7, Kalnietis 6, Tarczewski 2, Cusin 1. All. Pianigiani.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter