Real Madrid campione del Mondo: 4-2 il Kashima

Una tripletta di Cristiano Ronaldo regala un altro trofeo al Real Madrid che deve giocare fino ai supplementari per superare il Kashima. A segno anche Karim Benzema, doppietta per Shibasaki.

FORMAZIONI:

Real Madrid (4-3-3): Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Lucas, Benzema, Ronaldo. All. Zidane.

Kashima (4-4-2):Sogahata; Nishi, Ueda, Shoji, Yamamoto; Endo, Nagaki, Ogasawara, Shibasaki; Kanazaki, Doi. All. Masatada.

CRONACA:

Dopo pochi minuti di gioco é già ben chiaro il copione della partita, con il Real Madrid che prende subito in controllo il possesso palla. Passano otto minuti ed é già vantaggio Real Madrid: Modric tenta la conclusione al limite e trova la respinta del portiere avversario, Karim Benzema si ritrova la palla tra i piedi e deve solo insaccare a porta vuota. A questo punto il Real Madrid abbassa il ritmo e si limita a controllare: la reazione dei Kashima si concretizza con una bella conclusione di Ogasawar, che termina di poco alta sulla traversa. Cristiano Ronaldo ci prova su calcio di punizione senza fortuna e allo scadere del primo tempo arriva a sorpresa il pari del Kashima: buon lavoro di Doi, che mette in mezzo un pallone teso sul quale interviene Shibasaki. Shibasaki controlla bene ed incrocia di sinistro nell’angolino basso alla sinistra di Navas.

Ad inizio ripreso altra doccia fredda per il Real Madrid: lo scatenato Shibasaki sfrutta un disimpegno errato di Ramos e punta l’intera difesa del Real Madrid, Shibasaki scarica poi in rete un bel sinistro basso nell’angolino. Rimonta completata. Passano però sei minuti ed arriva la reazione del Real Madrid: Yamamoto frana su Lucas in area di rigore e per l’arbitro é rigore. Dal dischetto va Cristiano Ronaldo, che insacca a fil di palo e porta in equilibro la partita. Al 73′ Benzema gira benissimo in area, ma trova la grande risposta di Sogahata: sulla ribattuta Cristiano Ronaldo insacca, ma rete viene annullata per fuorigioco. Con il passare dei minuti il Kashima prova a far male in contropiede: Fabricio ci prova da lontano, ma trova un grande Navas. All’ultimo respiro Endo si divora una ghiotta occasione sottoporta e manda la partita ai tempi supplementari.

Nel primo tempo supplementare arriva però un altro squillo del Real Madrid: gran palla verticale di Benzema per Ronaldo, che elude il fuorigioco ed insacca con un preciso sinistro rasoterra al 97′. Dopo pochi minuti il neo entrato Suzuki stacca bene di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato, ma trova solamente la parte superiore della traversa. Il Real Madrid si mostra però spietato subito dopo con il solito Cristiano Ronaldo, che timbra la tripletta personale: Kroos sbaglia la conclusione dal limite e serve involontariamente Ronaldo, che controlla e scarica sotto la traversa una potente conclusione per il 4-2.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter