Raonic cancella il sogno di Federer: in finale ci va il canadese

Lo svizzero spreca troppe chance e dopo aver gettato alle ortiche il 4° set, crolla fisicamente e psicologicamente nel 5°. Raonic passa così col punteggio di 6-3, 4-6, 7-5, 6-3 per il canadese é la prima finale slam della carriera.

Milos Raonic – Roger Federer 6-3, 6-7 (3-7), 4-6, 7-5, 6-3

Milos Raonic batte in 5 set Re Federer ed  è il primo finalista di Wimbledon, ed è alla prima finale della carriera in uno Slam per il numero sette del mondo, mentre Federer deve ancora una volta rimandare il ritorno al successo in un torneo del Grande Slam (ultima nel 2012 a Wimbledon).

Nel primo set Raonic è semplicemente perfetto con il servizio, giocando in totale solamente per sette volte la seconda palla. Il canadese non concede davvero nulla ed è lui a fare il break nel quarto game, con Federer che gioca un po’ troppo sulla difensiva e subisce la potenza del servizio del giocatore Canadese.

Nel secondo Set, Federer alza il livello del suo gioco,  ma Raonic al servizio non sbaglia e anzi riesce a reagire anche all’unico momento difficile del set, quando annulla quattro set point consecutivi nel decimo game, si va al tiebreak e questa volta il servizio del canadese si inceppa e lo svizzero sfrutta subito l’occasione e si impone per 7-3.

La partita ha cambiato la sua inerzia, con Federer che riesce a rispondere con sempre maggiore frequenza a Raonic e alla fine riesce a strappargli il servizio nel settimo game e vincendo 12 punti consecutivi, sul 4-3 Federer controlla la partita con il servizio e conquista il set per 6-4.
Nel quarto set Federer sembra avere qualcosa in più, e sembra quasi impossibile la rimonta di Raonic, ma il Canadese fa vedere quel carattere da lottatore che non aveva ancora fatto vedere negli anni scorsi e  resiste ed annulla tre palle break fondamentale per restare in vita nella partita. Ecco la svolta della sul 5-6 e 40-0 Federer tutti pensano che il set finisca al tiebreak, ma prima un diritto vincente del canadese e poi due doppi falli, con entrambe le seconde palle fuori di quasi un metro, consecutivi dello svizzero regalano ancora speranza al numero sette del mondo, che alla terza palla break riesce a strappare il servizio all’avversario e a conquistare il set per 7-5.

Nel quinto set Raonic  ha preso coraggio e ritrovato fiducia, tornando a dominare con il servizio e nel quarto game arriva la svolta della partita con il canadese che riesce a togliere il servizio a Federer e salire sul 3-1,  Federer è costretto a fermarsi anche per un piccolo problema muscolare al ginocchio dopo essere scivolato,  ma il Raonic del quinto set è incontenibile e chiude al nono game vincendo a zero il proprio turno di battuta e conquistando una storica finale per lui e il tennis canadese.

Su Milos Raonic si sono dette tante cose che ha solo il servizio e poi poco altro ma direi invece che in 3 anni e’ migliorato tantissimo, infatti oltre al potentissimo servizio, ha un’ottimo dritto con cui si apre il campo e ultimamente un rovescio lungo linea interessante con il quale spesso chiude gli scambi, in più e’ molto migliorato a rete infatti ha fatto parecchie volée anche molto difficili, sicuramente l’aiuto di John Mc Enroe lo ha migliorato molto nell’atteggiamento più aggresivo verso la rete.

Andy Murray – Tomas Berdych 6-3, 6-3, 6-3

Tutto come previsto nella seconda semifinale di Wimbledon tra Andy Murray, numero 2 del mondo, e Tomas Berdych, n.9 ATP. La vittoria è andata al padrone di casa, autore di un incontro semplicemente perfetto e condotto in lungo ed in largo che l’ha visto prevalere in 2 ore di gioco e senza tanta fatica vista la grande differenza tra i due giocatori di talento offensivo ed intelligenza tattica.

Sarà dunque la terza finale dei Champioships (n.11 in uno Slam) per Andy con la grande occasione di bissare il titolo vinto nel 2013, sfidando Milos Raonic, ma non sarà una passeggiata per Murray anche se il favorito rimane sicuramente lui.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter