Rammarico Benedetti: 13° e fuori dalla finale

Si placa il vento, ma i 3 metri maschili di Rio 2016 rimangono a dir poco folli. E se ieri la vittima illustre è stato il cinese campione del mondo in carica He Chao, solo 21° in eliminatoria, oggi abbandona la manifestazione in semifinale Ilya Zakharov, oro a Londra 2012. Paradossale la prova del russo, che stavolta parte molto bene ma commette un nullo nel doppio e mezzo avanti con due avvitamenti e chiude 18° con 345.60 punti.

Purtroppo per l’Italia non sarà in finale (stasera alle 23) nemmeno Michele Benedetti, 13° e primo degli esclusi per 2.10 punti. Il ko del romano matura con un errore (doppio e mezzo rovesciato carpiato da 39 punti, scarso in ingresso), due sbavature (i due avvitamenti) ma anche tanta sfortuna, perché il britannico Jack Laugher, chiamato a superare quota 75.30 con il triplo e mezzo indietro raggruppato conclusivo, ne ottiene 77.40 senza convincere del tutto. Il bronzo mondiale di Kazan chiude a 389.40 (con due disastri), l’azzurro si ferma a 387.30 nonostante un ottimo avvio con 72 – media dell’8 – nel ritornato, 70.50 nell’indietro e 65.10 nel triplo e mezzo avanti, quello che probabilmente alla lunga si rivela fatale.

Saluta anche il forte messicano Diego Rodrigo, plurivincitore a livello giovanile, mentre nonostante i danni centrano le prime 12 posizioni tutti gli altri favoriti della vigilia. C’è il cinese Cao Yuan primo a quota 489.10 con un errore, c’è il messicano Rommel Pacheco secondo con 469.70, c’è il russo campione d’Europa Evgenii Kuznetsov terzo (468.35) e ci sono via via gli statunitensi Mike Hixon e Kristian Ipsen, l’ucraino Illya Kvasha, il tedesco Patrick Hausding e proprio il britannico Laugher. Estasi brasiliana con Cesar Castro addirittura sesto. Quota qualificazione tra le più basse degli ultimi anni, stasera tutto ripartirà da zero ma ormai i colpi di scena sembrano una costante. Forse non era il caso di far disputare le Olimpiadi di tuffi all’aperto in inverno?

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter