Qualifiche Melbourne: le Ferrari a Melbourne inseguono Hamilton in pole

Oggi a Melbourne, durante la concitata fase di qualifiche ufficiali, è finalmente ricominciata la Formula 1.

Dopo tanti test, dopo tre sessioni di prove libere e dopo i commenti di piloti e team principal si sono finalmente aperte le porte della competizione.
Sembra sia cambiato davvero poco guardando i risultati della Q3 che vedono, davanti a tutti alla conquista della sua settantatreesima pole posizion in carriera il britannico Lewis Hamilton, campione in carica del mondiale. Dietro di lui, a inseguire un freccia sempre più veloce, si sono messi i due cavalieri di Maranello con Kimi Raikkonen davanti, a completare la prima fila, e Sebastian Vettel dietro, pronto all’attacco di domani.
Come sempre Hamilton ha mostrato il suo talento come uomo dal giro secco e ha rifilato al secondo posto ben sei decimi e mezzo, dopo un primo giro non eccezionale si è infatti ripreso e ha collezionato i miglior intertempo in ogni settore.
Niente da fare neanche per le due Red Bull con Max Verstappen che partirà dalla seconda fila al fianco di Sebastian Vettel e Daniel Ricciardo che, a causa di una penalizzazione di tre punti, partirà ottavo.
Una bella terza fila tutta Haas ribadisce quello che già si era visto all’inizio del fine settimana: sembra proprio che nella casa motorizzata Ferrari abbiano lavorato duramente in questa pausa invernale e che la macchina possa essere la prima degli altri.
Risultato non ottimale ma comunque soddisfacente quello del due volte campione del mondo Fernando Alonso, primo degli esclusi per la Q3, che scatterà undicesimo.
Il vero sconfitto di queste prime qualifiche è invece Valtteri Bottas, compagno di squadra del pole man di casa Mercedes: all’inizio della terza fase di qualifiche, mentre si lanciava per il suo giro cronometrato, è andato lungo alla prima variante finendo quindi oltre il cordolo e, nel tentativo di tornare subito in pista, ha perso il controllo della sua monoposto, finendo inevitabilmente a muro.
Malissimo le due Sauber-Alfa Romeo, che non vanno oltre la penultima fila, ma fanno peggio la Mercedes di Siritkin e Gasly, rispettivamente penultimo e ultimo.

1. Lewis Hamilton Mercedes 1:21.16
2. Kimi Raikkonen Ferrari +0.66
3. Sebastian Vettel Ferrari +0.67
4. Max Verstappen Red Bull +0.71
5. Daniel Ricciardo Red Bull +0.98
6. Kevin Magnussen Haas +2.02
7. Romain Grosjean Haas +2.17
8. Nico Hulkenberg Renault Sport +2.36
9. Carlos Sainz Renault Sport +2.41
10. Valtteri Bottas Mercedes +2.52

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter