Poker della Roma al Palermo e -2 dal primo posto.


4-1 per la Roma, che ha agevolmente la mrglio sul Palermo portandosi in vantaggio nel primo tempo e dilagando nella ripresa: in gol Salah, Paredes, Dzeko ed El Shaarawy, mentre Quaison accorcia per il Palermo. La Roma raggiunge il Milan.

Marcatori: 31′ Salah (R), 51′ Paredes (R), 68′ Dzeko (R), 80′ Quaison (P), 82′ El Shaarawy  (R).

Il posticipo dell’Olimpico dati i risultati della giornata di campionato che si sta per chiudere è importantissima per entrambe le squadre. La Roma perché vincendo aggancia il Milan al secondo posto e contemporaneamente accorcia sulla Juventus (sconfitta proprio dai rossoneri sabato sera) e per il Palermo perché in fondo alla classifica vincono Sampdoria e Udinese e magari approfittare del pari dell’Empoli e la sconfitta del Pescara.

La gara parte con la Roma che non riesce a sviluppare il suo gioco, forse i ragazzi di Spalletti hanno ancora in testa quei sciagurati 2 minuti di coppa e il Palermo che parte attendo a non scoprire il fianco ai giallorossi che con Salah ed El Shaarawy possono fare male se gli viene lasciato campo. Dopo i primissimi minuti però la Roma capisce che per penetrare un Palermo chiuso bisogna affidarsi alla fisicità del centravanti bosniaco e già al 7′ Dzeko calcia debolmente senza fortuna. I capitoli prendono fiducia e iniziano a giocare e come succede spesso ai giallorossi iniziano gli errori nelle conclusioni in particolare con El Shaarawy che non frutta alcuni situazioni favorevoli che gli capitano. al 31′ finalmente lo stadio esplode di gioia quando Salah realizza il gol del vantaggio sfruttando un bel passaggio filtrante di Dzeko. Dopo il gol subito il palermo prova ad attaccare ma senza risultare mai pericoloso e così la partita si avvia alla fine del primo tempo. Negli spogliatoi Spalletti deve aver strigliato i suoi perché la roma nel secondo tempo esce più convinta dei suoi mezzi e più determinata a portare a casa questa vittoria e già al 51′, complice una papera del portiere rosanero, raddoppia con Paredes su calcio di punizione. I siciliani a questo punto provano ad attaccare per spaventare la Roma ma le varie situazioni prima di Diamanti e poi di Andjelkovic non trovano il successo sperato ed ecco che la Roma trova gli spazi che cercava ma in una occasione con Florenzi non riensce a chiudere i conti. Qualche minuto dopo l’occasione del terzino giallorosso ecco che arriva al 68′ il terzo gol romanista con il capocannoniere Dzeko che sfruttando proprio un assist di Florenzi batte il portiere e chiude il match. Quando la partita sembrava avviarsi alla fine il palermo spaventa l’Olimpico e all’80’ Quaison accorcia le distanze ma questa volta i giocatori della Roma sono bravi a non cadere in un sonno profondo e all’82 ristabiliscono le distanze tra le due squadre con El Shaarawy che realizza il quarto gol romanista e chiude definitivamente il match.

La Roma mette a segno una vittoria fondamentale per la classifica e per l’umore, anche se deve migliorare, e non poco, sulla mentalità perché i cali di tensione visti in questi primi due mesi di campionato preoccupano e non poco prima Spalletti e poi i tifosi se si hanno obbiettivi importanti. Il Palermo di De Zerbi non è riuscito a proseguire la serie utile in trasferta perdendo la sua sua prima gara in campionato lontano dal Barbera ma come si dice, non queste le sfide su cui costruire la salvezza.