Playoff – Semifinale – Gara 5

Playoff – Semifinale – Gara 5

Vanoli Cremona – Umana Reyer Venezia 69-79
(12-25, 21-22, 15-20, 21-12)

Cremona: Saunders 21, Crawford 13, Diener 10, Stojanovic 9, Aldridge 6, Ruzzier 5, Mathiang 3, Ricci 2. All. Sacchetti.

Venezia: Bramos 22, Daye 20, Vidmar 11, Tonut 10, Watt 9, Mazzola 5, Haynes 1, Stone 1. All. De Raffaele.

CRONACA:

Bramos è subito una sentenza da oltre l’arco dei 6.75 e con 11 punti è assoluto protagonista del 6-13 con cui l’Umana Reyer cerca di scappare già dopo 4’ di gioco. Saunders prova a tenere a contatto i padroni di casa con buone giocate in 1vs1, ma Watt e Daye, quest’ultimo con un gran gioco da 3 punti, mantengono gli ospiti a distanza a 3’ dal termine della frazione. La Vanoli litiga molto col tiro pesante e trova anche qualche persa di troppo, mentre il solito Daye permette agli orogranata di doppiare sostanzialmente gli avversari in chiusura di periodo. Tonut ne mette 5 in fila per aprire il 2° quarto e per dare il provvisorio +16 agli ospiti, ma Cremona risponde con un break di 6-0 per rientrare un po’ a contatto a metà frazione. Vidmar è una furia nel pitturato avversario, trova 7 punti consecutivi e vanifica così il precedente parziale avversario, quando mancano 3’ al termine del 1° tempo. Crawford prova a sostenere l’attacco biancoblu con l’aiuto di Saunders, quest’ultimo autore della prima bomba della Vanoli dopo 10 errori consecutivi, ma le triple in serie di Mazzola e di Tonut e la grande difesa individuale consentono a Venezia di chiudere con un buon margine di vantaggio la prima metà di match. La squadra di coach Sacchetti inaugura la ripresa con un 5-0, ma è solo un fuoco di paglia: Daye è il trascinatore del break di 0-9 con cui gli ospiti ritornano a un comodo margine di vantaggio al 24’ di gioco. I problemi al cronometro rallentano i ritmi di una sfida comunque entusiasmante, ma non impediscono alla squadra di coach De Raffaele di chiudere il 3° periodo sul +19, complici ancora le perse e la pessima percentuale da 3 dei padroni di casa prima dell’ultima frazione. Stojanovic e Saunders piazzano un parziale di 6-0 in apertura di ultimo periodo e costringono la panchina orogranata al timeout; i lunghi dell’Umana Reyer e il solito Bramos rimettono però gli ospiti sui binari giusti. Diener, con 2 penetrazioni in fila, Crawford e Ruzzier propiziano un parziale di 9-0 e cercano di riaprire la sfida, ma Venezia, pur sbagliando troppo a cronometro fermo, trova in Bramos il giocatore capace di suggellare il successo e la conquista della finale con una grandissima tripla a 1’ dal termine.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo