Playoff – Semifinale – Gara 4

Playoff – Semifinale – Gara 4

Umana Reyer Venezia – Vanoli Cremona 78-75
(30-10, 19-21, 11-19, 18-25)

Venezia: Watt 19, Tonut 17, Daye 11, Haynes 10, Vidmar 7, Bramos 5, De Nicolao 3, Mazzola 3, Stone 3. All. De Raffaele.

Cremona: Mathiang 22, Ruzzier 14, Ricci 11, Saunders 10, Aldridge 6, Stojanovic 6, Crawford 2, Diener 2, Sanguinetti 2. All. Sacchetti.

CRONACA:

Wattè scatenato e ne piazza 8 in fila, ma commette anche due falli nel 1′ di gioco e difensivamente deve concedere qualcosa di troppo ad una Vanoli che s’affida soprattutto a Diener e Mathiang. Bramos contiene bene Crawford, mentre Haynes trova la bomba che vale il primo allungo da parte dei padroni di casa a metà quarto e che corona un break di 7-0 costringendo coach Sacchetti al timeout. Cremona non segna praticamente più e sprofonda a -19 all’ 8′ di gioco, subendo un parziale complessivo di 20-2 in cui é protagonista soprattutto Tonut. Gli ospiti sbagliano tantissimo anche a cronometro fermo oltre che da oltre l’arco dei 6.75 e chiudono così a 20 lunghezze di distanza la frazione. In avvio di 2° periodo entrambi gli attacchi stentano, Tonut é devastante e, con 2 canestri di fila, dà il +24 ai suoi. L’infortunio di Diener permette a Sanguinetti di trovare spazio, ma Cremona proprio sembra non averne e l’Umana Reyer continua a macinare gioco e punti, toccando il 41-15 a metà frazione. Ricci, con 5 punti consecutivi, e Ruzzier provano a ricucire un minimo le distanze, ma é ancora Tonut a fare a fette la difesa avversaria, realizzando il canestro che chiude il 1° tempo sul 49-31. Il fallo antisportivo fischiato a Watt inaugura la ripresa e gli ospiti ricuciono fino al -11 costringendo coach De Raffaele al timeout dopo che la sua formazione ha incassato un parziale di 2-9 in soli 3′. Per buona parte del 3° quarto Venezia vive un incubo, tra numerose palle perse ed errori al tiro, ma Vidmar scaccia i fantasmi della rimonta lavorando bene a rimbalzo offensivo, trovando 5 punti in fila e riportando gli orogranata gli +15 al 28′ di gioco. Stojanovic cerca di riavvicinare ulteriormente i biancoblu, complici ancora i turnovers degli avversari, ma Daye riscrive il provvisorio +10 con cui si chiude la frazione. Il parziale di 9-2, in cui Stone é protagonista come assistman, che apre l’ultimo quarto permette all’Umana Reyer di toccare nuovamente un buon margine e costringe gli avversari ad un nuovo minuto di sospensione. Mathiang confeziona buone giocate nel pitturato, riportando la Vanoli a -12 quando mancano 5′ al termine del match, ma sono Ricci e Ruzzier a piazzare le giocate che riaprono sostanzialmente la sfida quando mancano 3′ alla sirena. Ricci e Mathiang confezionano un break di 0-5 e scaldano un finale di per sé già incandescente; Watt fa 0/2 a cronometro fermo, mentre Crawford é glaciale nello stesso fondamentale e riporta Cremona a -2 a 1′ dal termine. Lo stesso MVP di campionato e Coppa Italia forza però un tiro e, sul ribaltamento di fronte, Bramos taglia perfettamente a canestro e s’inventa i suoi primi 2 punti su azione, che valgono il successo orogranata e prolungano la serie a GARA 5. Nei secondi restanti c’é tempo anche per una grande difesa di Venezia, che obbliga gli avversari ad un’infrazione di 5” sulla rimessa.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter