Playoff – Finale – Gara 6

Playoff – Finale – Gara 6

Banco di Sardegna Sassari – Umana Reyer Venezia 87-77
(19-25, 15-15, 29-17, 24-20)

Sassari: Cooley 26, Thomas 18, Spissu 11, McGee 10, Polonara 7, Smith 6, Carter 5, Pierre 4. All. Pozzecco.

Venezia: Watt 17, Bramos 15, De Nicolao 11, Daye 10, Haynes 10, Cerella 8, Giuri 3, Mazzola 3. All. De Raffaele.

CRONACA:

Bramos apre subito le danze con una tripla ed é poi protagonista, con 8 punti, del break di 3-10 ospite dopo 3′ di gioco, propiziato anche dai molti rimbalzi offensivi conquistati dagli orogranta. Il Banco di Sardegna rientra a contatto grazie ai canestri di Thomas e Pierre, ma le triple continuano a fare la differenze in favore della squadra di coach De Raffaele, che torna così avanti. Thomas corona un break di 8-0 Sassari con la bomba che lo porta a quota 11 a 3′ dal termine della frazione e che garantisce ai padroni di casa il loro primo vantaggio della sfida. I cambi, Cerella e Watt su tutti, ridanno però verve alle due fasi di gioco dell’Umana Reyer, che ritorna pertanto in vantaggio al termine del 1° quarto. In apertura di 2° periodo i biancoblu ritrovano le abilità di Cooley sotto i tabelloni e le triple di Polonara, rientrando anche a -1, ma Bramos torna a martellare da oltre l’arco dei 6-75 e al 15′ il punteggio é 26-32. Ancora Cooley a mettere in crisi la difesa avversaria, caricando di falli alcuni dei lunghi orogranata, mentre Venezia fatica in attacco, trovando solo 4 canestri su azione tra 10′ e 19′ di gioco, ma rimane comunque al comando in chiusura di 1° tempo grazie alla tripla di Haynes. McGee risponde da oltre l’arco dei 6-75 per aprire la seconda metà metà di gara e riportare a -2 il Banco di Sardegna, ma sono i liberi di Smith che fruttano la parità a quota 46 dopo 4′ del 3° periodo. Il gioco da 3 punti del solito Thomas vale il secondo vantaggio di serata per i biancoblu ed innesca un duello tra lo stesso Thomas e Daye, mentre Cooley ritorna a dominare sotto i tabelloni e dà il +3 ai suoi, costringendo coach De Raffaele al timeout. De Nicolao e Watt continuano a giocare in modo molto efficace, ma McGee sale in cattedra anche in difesa e, insieme a Spissu e a Polonara, garantisce un buon margine a Sassari per chiudere la frazione. Il parziale di 10-0 in favore dei padroni di casa viene chiuso dal canestro di watt, ma Carter prima lavora benissimo a rimbalzo offensivo e poi spara anche la tripla che vale il provvisorio +9 a 8′ dal termine del match. La squadra di coach Pozzecco allunga anche sul 75-60 con la bomba di Spissu e sono proprio le triple a caratterizzare questa fase della gara, con Cerella e De Nicolao che tengono tutto aperto. Cooley ritorna però a fare la voce grossa a rimbalzo sigilla il successo con canestri importanti. Nel tempo restante c’é spazio anche per il poster di McGee su Watt, che fa esplodere il PalaSerradimigni e suggella una grande prova del giocatore della Dinamo.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter