Il Perù spegne le speranze dell’Australia: 0-2

Un gol per tempo sancisce la fine della kermesse intercontinentale sia per l’Australia che per il Perù, con il Perù che ottiene un soccesso che mancava dal 1978. Si chiude qui la carriera di Cahill in nazionale. L’attaccante australiano cercava il gol per la quarta edizione consecutiva del Mondiale, ma i suoi sono rimasti a secco di reti su azione.

FORMAZIONI:

Australia (4-2-3-1): Ryan; Risdon, Sainsbury, Milligan, Behich; Jedinak, Mooy; Leckie, Rogic, Kruse; Juric. All. Van Marwijk.

Perù (4-2-3-1): Gallese; Advincula, Ramos, Santamaria, Trauco; Tapia, Yotun; Carrillo, Cueva, Flores; Guerrero. All. Gareca.

CRONACA:

A fare la partita nel primo quarto d’ora, come prevedibile, è l’Australia ma a sorpresa a trovare il goal invece è il Perù grazie a una giocata sull’asse Guerrero-Carrillo il cui tiro al volo è imparabile per Ryan. L’Australia a quel punto cerca di reagire e nel finale di primo tempo sfiora un paio di volte il pareggio prima con Rogic e poi con Leckie che viene anticipato dai centrali peruviani.

Nella ripresa però il Perù chiude subito i conti con Guerrero che si gira benissimo in area di rigore e firma il raddoppio. L’Australia riesce a rendersi pericolosa solo su qualche calcio piazzato ma non basta. Socceroos eliminati, agli ottavi vanno Francia e Danimarca.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter