Per l’Atalanta 1-0 a Cagliari

L’Atalanta rilancia le proprie ambizioni europee espugnando la Sardegna Arena: decide una rete a inizio ripresa di Hans Hateboer. Il cagliari si sveglia tardi e recrimina per una traversa di Deiola al 90′. Niente gol per il colombiano dopo 10 gare di fila a segno in tutte le competizioni

FORMAZIONI:

Cagliari (3-5-1-1): Cragno; Ceppitelli, Romagna, Pisacane; Faragò, Ionita, Cigarini, Deiola, Padoin; Birsa; Pavoletti. All. Maran.

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Djimsiti, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne; Pasalic; Gomez, Zapata. All. Gasperini.

CRONACA:

Birsa subito ko per una botta, al suo posto dentro Joao Pedro al 14′. Il Cagliari si abbassa e l’Atalanta prende campo. Al 22′, su corner dalla destra di Gomez, stacco di testa di Djimsiti sul primo palo e grande parata di Cragno, che riesce in qualche modo a respingere. Sempre il difensore albanese si rende pericoloso al 36′ mettendo a lato di testa su un altro calcio d’angolo di Gomez. L’argentino ci prova su punizione dai 25 metri al 39′, trovando la risposta in corner del portiere rossoblù. La prima frazione, molto tattica e povera di emozioni, si conclude sullo 0-0 dopo 2 minuti di recupero.

A inizio ripresa l’Atalanta passa a condurre con Hateboer, bravo di testa a sorprendere Padoin al 50′. Il Cagliari reagisce subito dopo: contropiede di Joao Pedro, cross basso dalla riga di fondo sulla destra, sul primo palo devia Pavoletti ma è miracoloso l’intervento di Berisha, che salva la propria porta. Su tiro-cross di Freuler dalla riga di fondo sulla destra, la palla sbatte su Romagna e si infila sotto le gambe di Cragno, ma Valeri annulla per fuorigioco. Maran rompe gli indugi al 65′ e si gioca la carta Thereau, all’esordio con i sardi, al posto di Cigarini. Al 73′ debutto anche per Luca Pellegrini, che rileva Padoin. Thereau accusa un problema al quadricipite e lascia i suoi in 10 uomini nel finale. I rossoblù sembrano privi di idee e gioco, Deiola si mangia il possibile pari in extremis colpendo la traversa sugli sviluppi di un corner. l’Atalanta si difende con ordine e si assicura una preziosa vittoria esterna.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo