Che paura per il Portogallo! 1-1 con l’Iran

Sembrava una partita facile per il Portogallo, passato in vantaggio al 45′ con la fantastica trivela di Ricardo Quaresma. In avvio di secondo tempo, però, c’é il rigore sbagliato da Ronaldo che lascia ancora speranze all’Iran. Nel finale ecco il pareggio di Karim Ansarifard, ma non basta per trovare il 2° posto nel girone. Il Portogallo passa diestro alla Spagna e affronterà l’Uruguay agli ottavi.

FORMAZIONI:

Iran (4-5-1): Beranvand; Rezaeian, Hosseini, Pouraliganji, Hajsafi; Taremi, Jahanbakhsh, Ezatolahi, Ebrahimi, Amiri; Azmoun. All. Queiroz.

Portogallo (4-4-2): Patricio; Soares, Pepe, Fonte, Guerreiro; Quaresma, Carvalho, Silva, Mario; Silva, Ronaldo. All. Santos.

CRONACA:

Gli spazi di manovra per il Portogallo sono pochi a causa dell’ottima disposizione dell’Iran che concede poco. Ronaldo è ben marcato e senza il suo apporto il Portogallo fatica enormemente in fase offensiva, nonostante qualche sbavatura dell’estremo difensore avversario Beiranvand. Joao Mario non sfrutta un’occasione ghiotta calciando alto dopo un’incomprensione difensiva dell’Iran che si aggrappa all’asse Jahanbakakhsh-Sardar, i giocatori con maggiore qualità. Proprio quando lo 0-0 al riposo sembrava il risultato più scontato, ecco Quaresma: gioiello dal limite dell’ex Inter che può festeggiare così la rete numero 10 con la sua nazionale.

La possibile svolta a inizio ripresa, quando l’arbitro Caceres assegna un rigore per un intervento maldestro di Ezatolahi che atterra Ronaldo: dal dischetto va lo stesso ‘CR7’ che si fa intercettare il tiro a mezz’altezza da Beiranvand, riscattatosi dopo qualche imprecisione iniziale. La gara è caratterizzata da diversi interventi e contrasti al limite della regolarità, tra cui un colpo rifilato da Ronaldo a Pouraliganji: dopo aver consultato il VAR, l’arbitro opta per il semplice cartellino giallo. Il finale è palpitante: l’Iran trova il pari su rigore concesso per un tocco col braccio di Cedric e sfiora addirittura la rete del sorpasso con Mehdi che colpisce l’esterno dalla rete da posizione favorevole. Ultima emozione di una serata che pazza è dir poco.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo