Pattinaggio artistico – Danza: Nessun rimpianto per Anna Cappellini e LucaLanotte

Olympics Winter Games PyeongChang 2018. Figure Skating Short Dance Representing Italy, Anna Cappellini and Luca Lanotte Gangneung Ice Arena (KOR), 19/02/2018 Photo: Pentaphoto / Giovanni Auletta

Campioni olimpici a Vancouver 2010, i canadesi Tessa Virtue e Scott Moir sono riusciti a confermarsi dopo aver già stabilito il primato mondiale della danza corta, dando il meglio anche nella prova odierna sulle musiche deilla colonna sonora del film Moulin Rouge.

La coppia della foglia d’acero ha realizzato la miglior free dance della propria carriera, ottenendo 122.40 punti, con 63.35 punti di technical elements e 59.05 punti di components, stabilendo un nuovo record mondiale nel totale con 206.07 punti. Virtue e Moir diventano la seconda coppia di danza in grado di salire tre volte sul podio olimpico, tenendo conto anche dell’argento di Sochi 2014, e la seconda a vincere due titoli in questa specialità. I canadesi vanno inoltre a conquistare la loro quinta medaglia olimpica, considerando anche i team event, risultato mai ottenuto da nessun atleta nella storia del pattinaggio di figura.

Secondi al termine del primo segmento di gara e condizionati da un problema con il costume di lei, Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron hanno potuto mostrare tutta la loro classe nella prova odierna. Sulle musiche di Ludwig van Beethoven coreografate da Marie-France Dubreuil, i giovani francesi hanno fatto segnare il nuovo record mondiale della free dance con 123.35 punti, migliorando i 121.87 punti ottenuti dalla stessa coppia nell’ultima rassegna continentale, con 63.98 punti di technical elements e 59.37 punti per le componenti del programma. I campioni europei in carica sono andati per qualche momento a ritoccare anche il primato mondiale del totale, con 205.28 punti, ma alla fine non sono riusciti a concludere la rimonta sperata.

La sfida per la medaglia di bronzo ha visto primeggiare i fratelli statunitensi Alex Shibutani e Maia Shibutani, che hanno realizzato un’ottima short dance da 114.86 punti, chiudendo con un totale di 192.59 punti.

Sulla colonna sonora di La vita è bella, composta da Nicola Piovani, gli azzurri Anna Cappellini e Luca Lanotte hanno ottenuto 108.34 punti, con 55.27 punti per gli elementi tecnici e 54.07 punti per le componenti del programma. I campioni italiani hanno pagato una sbavatura di Luca sul primo twizzle ed un punto di deduzione per sollevamento prolungato. La loro avventura olimpica si è chiusa dunque con un totale di 184.91 punti e la sesta posizione finale, stesso piazzamento di Sochi 2014.

Esibitisi nel secondo gruppo, Charlène Guignard e Marco Fabbri hanno concluso una buona prestazione, ottenendo 105.31 punti per la loro free dance sulle note di Exogenesis: Symphony Part III dei Muse, con 53.82 punti di technical elements e 51.49 punti di components. La coppia italiana conclude dunque la rassegna a cinque cerchi con un totale di 173.47 punti e la decima posizione finale, guadagnando un piazzamento rispetto alla short dance e permettendo all’Italia di piazzare per la prima volta due coppie di danza nella top ten.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter