Pagellone Internazionale

Il meglio e il peggio dell’ultimo weekend internazionale.

VOTO 10… A Pep Guardiola
Il City delle meraviglie: Pep ha trasferito la sua mentalità alla sponda blu di Manchester con una velocità sorprendente. Il gioco viene prima dei singoli, il cervello prima dei muscoli: 8 successi in 8 partite, 25 gol fatti e 4 subiti. Il manuale del guardiolismo.

VOTO 9… A Koeman
L’Everton non aveva mai approcciato in questo modo il campionato inglese: 4 vittorie, 1 pareggio, 13 punti e seconda piazza.

VOTO 8… A Nicola Sansone
L’ex Sassuolo Sansone inventa una traiettoria magica da centrocampo.

VOTO 7… A Walter Mazzarri
Per un Mourinho che piange c’è un Mazzarri che ride. Il calcio non è una scienza esatta: da una parte Ibra, Pogba e Martial guidati dal portoghese; dall’altra Behrami, Pereyra, Holebas, Britos e Zuniga guidati dall’allenatore toscano. Il verdetto è Watford 3, Manchester United 1 e per Mazzarri è la prima vittoria in carriera contro Mou.

VOTO 6… All’attacco del Barcellona
Il Barcellona fa visita per la prima volta nella storia alla neopromossa Leganés e torna a casa con un 5-1. Il risultato non deve, però, ingannare perché il 3-4-3 sperimentato da Luis Enrique mette in imbarazzo Piqué e Mascherano: l’argentino, riciclato come centrale di destra, è l’emblema della fragilità difensiva blaugrana. L’Alavés ne aveva approfittato, il Leganés no adottando una tattica suicida al cospetto della MSN: Messi, Suarez e Neymar scavano il solco.

VOTO 5… Ad Antonio Conte
Primo scontro diretto e primo scivolone per Antonio Conte alla guida del Chelsea. Il Liverpool di Klopp, che alla vigilia aveva definito il collega il “Guardiola italiano”, imbriglia i Blues e passa a Stamford Bridge per 1-2. L’ex ct della Nazionale italiana non perdeva un match casalingo da 31 partite. Ci voleva un mago per rompere l’incantesimo.

VOTO 4… A Simone Zaza
Appena due presenze stagionali e tante polemiche. L’attaccante della Nazionale viene sostituito per scelta tecnica all’intervallo sul 3-0 per il WBA contro il suo West Ham. I sostenitori degli Hammers si accaniscono contro l’ex bianconero definendolo scarso, inadatto al calcio inglese e un flop annunciato. “La Juve vuole 25 milioni di sterline per il riscatto di Zaza, io non lo pagherei neppure 25 centesimi”, è la sentenza proveniente dalla pancia del tifo locale. La sua avventura inglese è tutta in salita.

VOTO 3… Allo Schalke 04 e Weder Brema
In fondo alla classifica della Bundesliga, dopo tre giornate, troviamo Schalke 04 e Werder Brema. Un inizio shock per due nobili decadute del calcio tedesco, entrambe ferme a zero punti. Il ko contro il Borussia Mönchengladbach costa anche la panchina all’allenatore dei biancoverdi: Viktor Skripnik paga un avvio di stagione non proprio esaltante, con ben quattro sconfitte in campionato e l’eliminazione dalla Coppa di Germania ad opera di un club di terza divisione.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter