Olimpia Milano torna a vincere in Eurolega

Dopo 10 sconfitte consecutive l’Olimpia Milano batte il Galatasaray 92-87 e prova a ripartire per un girone di ritorno che possa rianimarla almeno moralmente.

Dopo un inizio preoccupante con Fitipaldo in palla, l’Olimpia Milano trova nella second unit la presenza mentale che manca ai titolari. E’ così che il quintetto Cinciarini, Kalnietis, Fontecchio, Pascolo, Raduljica prima ferma l’emorragia di un 3-10 in favore ospite e poi ribalta fino al +2 del 10′. Raduljica sembra il centro dominante offensivamente che Milano si aspettava in estate e si fa sentire con i rimbalzi; Pascolo incanta con un movimento retrò in pitturato e dà supporto sotto i tabelloni; Kalnietis mette insieme 10 punti in 8′ tra primo e secondo quarto che creano il solco tra le squadre; Cinciarini conduce bene la squadra e Fontecchio, in campo tutto il secondo quarto, trova la fiducia per prendere e sparare dall’arco, chiudendo con 8 punti i suoi primi 11′ in campo.

Il +10 resta costante, ma è quando tornano sul parquet le “riserve” che Milano mostra la sua faccia migliore. Ai davvero deludenti Dragic e Hickman, danno il cambio i positivi Cinciarini, Pascolo e Raduljica, che tengono a debita distanza il Gala. E’ l’energia dei subentranti a fare la differenza, lo si nota dal linguaggio del loro corpo, diverso ad esempio da quello Simon che, seppur magico quando si alza da tre punti, appare vistosamente stanco e conseguentemente distratto. Il plus è poi Mantas Kalnietis: a parlare per lui i 15 di valutazione e il +8 di plus/minus, che tradotti rivelano l’importanza del lituano in questo successo, dove c’è modo di vivere anche il solito momento di brivido e di braccino corto milanese, con gli ospiti che tornano a pari a 5′ dalla fine. I fantasmi di cui sopra tornano a presentarsi puntuali, ma una bomba di Simon e un rimbalzone con canestro di Macvan a 1’50” dalla sirena ridanno 5 punti di margine all’Olimpia, che grazie a qualche giocata energica di un fin lì assente McLean e alla tripla di Hickamn porta a casa la pagnotta… finalmente.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter