Olimpia Milano batte il Bayern Monaco in overtime: 79-81

Foto Claudio Grassi/LaPresse 19 dicembre 2018 Assago (MI) Italia sport basket AX Armani Exchange Olimpia Milano vs FC Bayern Monaco - Turkish Airlines Eurolega 2018/2019 - Mediolanum Forum. Nella foto: Vladimir Micov (#5 AX Armani Exchange Olimpia Milano) Photo Claudio Grassi/LaPresse December 19, 2018 Assago (MI) Italy sport basket AX Armani Exchange Olimpia Milano vs FC Bayern Munich - Turkish Airlines EuroLeague 2018/2019 - Mediolanum Forum. in the pic: Vladimir Micov (#5 AX Armani Exchange Olimpia Milano)

Una tripla realizzata da Shavon Shields a 9 secondi dalla sirena permette all’AX Armani Exchange Milano di passare all’Audi Dome per 81-79 contro il Bayern Monaco all’esordio in Eurolega. Il top-scorer biancorosso è Malcolm Delaney con 17 punti e 8 assist, segue Kyle Hines con 16

Il volto sulla copertina di serata è, giocoforza, quello di Shields, emerso negli ultimi minuti di partita dopo tre quarti molto complicati in attacco: 9 punti, tre triple, compresa quella che, sul finire dei regolamentari, risolleva l’Olimpia dopo l’ennesimo contro-sorpasso avversario in una partita che non ha mai avuto un vero padrone. Il meglio di sé, però, Shields lo dà in difesa, lì dove Milano costruisce le basi per i mini-break in una serata faticosa nella metacampo offensiva, giocata a ritmi lenti e con poche situazioni che vedono la costruzione di veri vantaggi sul perimetro dal palleggio. D’altronde, anche il Bayern ha le armi migliori nella propria metacampo, dove mostra di aver già assorbito la filosofia di coach Trinchieri: squadra dura, tosta, fisica, rocciosa sotto i tabelloni e resiliente a livello mentale, capace di incassare colpi senza traballare e subito pronta a replicare. Milano la vince affidandosi all’esperienza dei veterani e certificando la bontà del mercato estivo: anche a costo di perdere peso sotto i tabelloni, dove Jalen Reynolds troneggia ammassando una doppia-doppia da 14 punti e 11 rimbalzi, Messina sceglie il quintetto piccolo nei minuti decisivi per schierare la Vecchia Guardia al completo: Malcolm Delaney affianca Sergio Rodriguez formando una coppia che si alterna nella costruzione di gioco dal palleggio latitato a lungo, Gigi Datome dà equilibrio come 4 tattico in un ruolo già coperto a questi livelli con il Fenerbahçe di Obradovic, mentre Kyle Hines getta il fisico ovunque, che sia per ergere un muro in difesa anche sui cambi che coinvolgono gli esterni o per rollare alla perfezione in attacco, facendosi spazio con le sue spallone tra le maglie difensive avversarie. Se Rodriguez ha il merito di risvegliare l’Olimpia dopo una buona parte di terzo periodo giocata con enorme sofferenza offensiva, è poi Delaney a prendere in mano la situazione nel finale, in una perfetta alternanza di leader e responsabilità. L’ex-Barcellona confeziona i primi 8 punti del supplementare e dà finalmente al Chacho quella spalla di lusso mancata nei momenti decisivi della scorsa stagione, quando anche un fuoriclasse come Rodriguez si ritrovava appannato per eccessiva usura.

L’Olimpia tornerà in campo venerdì 9 ottobre per il debutto casalingo al Forum di Assago contro l’Asvel Villeurbanne, squadra per molti versi simile al Bayern Monaco: i francesi hanno poca esperienza in Eurolega ma sono affamati, fisici, duri e difensivamente compatti. Servirà già far tesoro di quanto imparato a Monaco.

Bayern Monaco – Olimpia Milano 79-81
(14-15, 17-17, 24-22, 15-16, 9-11)

Bayern Monaco: Baldwin 18, Djedovic 14, Reynolds 14, Lucic 12, Johnson 6, Radosevic 6, Zipser 6, Weiler-Babb 3. All. Trinchieri.

Olimpia Milano: Delaney 17, Hines 16, Rodriguez 9, Shields 9, Roll 8, Tarczewski 7, LeDay 6, Datome 5, Moraschini 4. All. Messina.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter