Oggi un giro di Lombardia da non perdere con tanti big al via

Oggi l’attesissimo giro di Lombardia con tanti big al via a darsi grande battaglia.

Con 4.400 metri di dislivello sarà una delle edizioni più dure del Lombardia, 241 km da Como a Bergamo, la classica delle foglie morte numero 110 che si corre oggi che  si distingue per asprezza rispetto alle edizioni recenti,  3.500 metri di dislivello nel 2015, 3.400 nel 2014.

Il via dalla città sul lago dei Promessi Sposi è alle 10.50, l’arrivo sul Sentierone è previsto tra le 16.49 e le 17.35, le condizioni metereologiche sono ottimali,  non sono previste precipitazioni ma cielo coperto.

Partenza da Como per affrontare una prima parte classica che culmina, con la scalata del Ghisallo da Bellagio, un passaggio tradizionale con pendenze al 14% si prosegue, superando Asso, Pusiano e Oggiono prima di scalare Colle Brianza e attraversare l’Alta Brianza e il Meratese per entrare in Provincia di Bergamo a Calusco d’Adda, a Torre de’ Busi inizia la salita di Valcava (9,6 km al 9%, massima 17%, quota m 1336) su strada di montagna con 14 tornanti, discesa molto  impegnativa,  con pendenze importanti, su Costa Valle Imagna per proseguire su Ponte Giurino e scalare l’inedita salita di Sant’Antonio Abbandonato (6,5 km al 8,9%, massima 15%) che sarà seguita dalla salita di Miragolo San Salvatore (anch’essa inedita, 8,7 km al 7%, massima 11%), salite molto impegnative.

Dopo una breve discesa, salita pedalabile fino a Selvino (6,9 km al 5,4%, massima 9%) cui segue una lunga discesa intervallata da tornanti e 9 km di avvicinamento al classico passaggio della Città Alta di Bergamo, ultimi  chilometri salita verso Porta Garibaldi e poi (con 200 m in acciottolato) a Largo Colle Aperto, con nella prima parte pendenze che sono sempre sopra il 10% (max 12%). In discesa la carreggia, a 1800 m dall’arrivo svolta secca con breve strettoia per il superamento della Porta Sant’Agostino, dopo  l’ultimo chilometro svolta a sinistra e ai 250 m ultima curva verso destra che conduce all’arrivo sul Sentierone.

Al via tra gli altri Fabio Aru (Astana) con il dorsale numero 1, e Romain Bardet (Ag2r), gli ex campioni del mondo Philippe Gilbert (Bmc) e Alberto Rui Costa (Lampre – Merida), il campione olimpico Greg Van Avermaet (Bmc), lo spagnolo Alejandro Valverde (Movistar), il francese Julian Alaphilippe (Etixx – Quick Step), i colombiani Miguel Angel Lopez (Astana) e Esteban Chaves (Orica – BikeExchange), gli olandesi Tom Dumoulin (Giant – Alpecin), Bauke Mollema (Trek Segafredo) e Wouter Poels (Sky) e Diego Ulissi (Lampre-Merida), tra questi grandi corridori dovrebbe venire fuori il vincitore del giro di Lombardia.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter