NFL: I Patriots con Brady vincono il Super Bowl che entrerà nella storia del football

SUPER BOWL: New England supera ai supplementari Atlanta in una gara dove è stata sotto anche di 25 punti e il loro quarterback diventa il più vincente di sempre

NEW ENGLAND PATRIOTS 34 – ATLANTA FALCONS 28 OT
Epilogo pazzesco nel Super Bowl 51, i Patriots vincono il loro quinto titolo della storia dopo una clamorosa rimonta da -25.
Il match parte con l’ovazione per l’ex Presidente degli Stati Uniti George Bush Senior (che lancia la monetina). Il primo quarto passa velocemente con le due squadre che si limitano a studiarsi. Il Secondo quarto è un disastro per i Patriots, Blount (11 portate, 31 yards e 1 fumble perso) perde palla in un drive molto promettente e Atlanta col trio Ryan-Jones-Freeman sblocca il Super Bowl col TD del RB. Nel Drive successivo Ryan pesca Hooper in End Zone, ma il disastro arriva poco dopo; Brady guida un buon drive ma sulle 23 dei Falcons viene intercettato da Alford (11 tackles, 1 intercetto, 1 TD, 1 fumble recovery) che si fuma tutto il campo e sigla il 21-0 che shocka i Patriots. Prima del riposo New England trova 3 miseri punti che chiudono il primo tempo 21-3 per i Falcons.
Lady Gaga nel half timeshow incanta con le scenografie e le coreografie sono state pazzesche.
Nel terzo quarto Matt Ryan sembra dare il colpo del KO pescando Tevin Coleman che segna il 28 a 3. La timida reazione dei Patriots è affidata a James White che segna su ricezione anche se Gostkowski sbaglia clamorosamente l’ennesimo extrapoint. I Falcons non riescono più a fare niente in attacco, ma New England non ne approfitta e si accontenta di soli 3 punti ad inizio quarto quarto.
La giocata che cambia la partita la segna il LB Dont’a Hightower, che strappa la palla dalle mani di Ryan e regala palla ai Patriots nelle 30 dei Falcons, Brady ne approfitta subito e manda Amendola (78 yards e 1 TD) in TD, la conversione da 2 è affidata a White che va a segno (da aggiungere anche la finta di snap di Brady). I Patriots iniziano a crederci, ma Freeman (121 yards e 1 TD) mette a segno un gran play portando subito i Falcons a metà campo; Julio Jones (4 ricezioni e 87 yards) si inventa una ricezione impossibile che mette in una gran posizione i Falcons, che però sprecano tutto per via di un sack di Flowers (2,5 sack) e un Holding. Brady chiamato a l’ennesimo miracolo firma un drive magico che vede anche una ricezione folle di Julian Edelman (ai nostalgici avrà ricordato Tyree contro proprio New England), chiuso dal secondo TD di James White. La conversione da 2 punti è decisiva e i Patriots vanno a segno con Amendola su passaggio di Brady, che sigla il 28 pari a 57 secondi dalla fine. Il Drive finale di Ryan (284 yards, 2 TD) è gestito male e la partita va all’Overtime per la prima volta nella storia del Super Bowl.
New England vince il Coin Toss e Brady guida un altro drive magistrale, trova a ripetizione Amendola, Hogan, Edelman (87 yards ricevute) e i Patriots volano sulle 2 dei Falcons. Vic Beasley prova a intercettare Brady ma manca di un pelo la magia, mentre James White (139 yards e 3 TD) corre il TD decisivo allungandosi quel tanto che basta a regalare la quinta sinfonia ai Patriots.
Tom Brady (466 yards, 2 TD e 1 intercetto) batte il record di yards lanciate in un Super Bowl, rimonta da -25 (mai nella storia si era andati oltre i 10 punti rimontati), completi lanciati (43, battuto il suo a 37) e vince il quinto anello che lo issa al primo posto nella lista dei QB più vincenti di sempre. James White gioca una partita incredibile che lo vede guadagnare 139 yards e segnare 3 TD tra cui il decisivo, inoltre sigla il record del Super Bowl di 14 ricezioni. Bill Belichick diventa il coach più vincente della storia con 5 titoli.
Atlanta paga una gestione scellerata del quarto quarto e soprattutto l’inesperienza (5/11 della difesa sono Rookie), la difesa dopo aver retto per 3 quarti si è sciolta e i 3 sack di Jarrett non sono serviti a nulla (record Super Bowl pareggiato). Continua la maledizione degli MVP perdenti anche se Matt Ryan è quello che ci è andato più vicino.
In una stagione che ci ha regalato dei playoff a senso unico (tranne Cowboys-Packers e Chiefs-Steelers) questo Superbowl è sfuggito alla maledizione con emozioni infinite e un’epicità ai massimi livelli.
Larry Bird, ex stella dei Boston Celtics, disse : “Ho visto Dio travestito da Michael Jordan”, noi possiamo affermare che questa notte abbiamo visto Dio travestito da Tom Brady.
MVP: TOM BRADY, che lancia 466 yards e segna 2 TD.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter