Nespoli si arrende all’ultima freccia di Valladont

Mauro Nespoli si deve arrende ai quarti di finale. Fatale la freccia di shoot-off contro il francese Valladont.

Arco maledetto in quel di Rio. Così vicini, ma alla fine sempre beffati. Dal ‘3’ della Sartori nella prova femminile a squadra che ci è costato una medaglia sicura, allo shoot-off della altra sera fatale a Marco Galiazzo. E oggi, di nuovo, nei quarti di finale, ancora uno shoot-off a fermare la rimontona di Mauro Nespoli.

Onore e merito, giusto dirlo, al francese Valladont, capace di cambiare ritmo a metà gara e tirare solo e soltanto ‘9’ o ‘10’. Ma peccato per Nespoli, che con un pazzesco 29 nel quinto set era riuscito a rientrare sul 5-5 e garantirsi appunto lo shoot-off valido per la semifinale. Lì un 10 impietoso del solito Valladont, mentre per Nespoli “solo” un 8.

Peccato anche per la gara. Nespoli era partito bene con un 27-25 che aveva garantito il 2-0 iniziale; e nel secondo set, con un 10, avrebbe avuto anche la freccia per salire 4-0. Il 9 di Nespoli scriveva però il 27-27 che segnava un punto a testa. Da lì in poi, lo show di Valladont. Sono piovuti ‘9’ e ‘10’ con la sola eccezione di un 8. Troppo per il nostro Nespoli per arginare la furia del transalpino. Tutto fino al 5° set che, come detto, Nespoli riusciva a chiudere col 29 a 28. Poi lo shoot-off decisivo alla Francia.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter