Nei 200 metri Matteo Galvan passa il primo turno, per Bolt una passegiata di salute

Erano tre gli azzurri impegnati, nel pomeriggio italiano, nelle qualificazioni dei 200 metri alle Olimpiadi di Rio 2016: l’unico a passare il turno è stato Matteo Galvan che, nonostante un tempo molto alto (il 40° in 20″58) è riuscito a classificarsi secondo nella propria batteria, preceduto solamente dallo statunitense Justin Gatlin (20″42).

A livello cronometrico, meglio di Galvan ha fatto Davide Manenti (20″51), che però è arrivato quarto e distante dai migliori della propria heat, vinta dal costaricano Nery Brenes (20″20) davanti all’olandese Churandy Martina (20″29).

Tempo ancora più alto per Eseosa Desalu, inserito nella quarta batteria vinta dal messicano José Carlos Herrera (20″29) sul cubano Roberto Skyers (20″44).

Nessun problema per i grandi sprinter: il miglior tempo è stato ottenuto dal canadese Andre De Grasse (20″09), già bronzo sui 100 metri, che ha fatto meglio del campione europeo, lo spagnolo Bruno Hortelano (20″12) e del giamaicano Yohan Blake (20″13). Usain Bolt ha invece vinto l’ultima batteria con 20″28, correndo solo nei primi 80 metri e controllando l’arrivo.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter