Nei 1500 femminili vittoria per la Keniota Kipyeong

2016 Rio Olympics - Athletics - Final - Women's 1500m Final - Olympic Stadium - Rio de Janeiro, Brazil - 16/08/2016. Faith Chepngetich Kipyegon (KEN) of Kenya celebrates winning the gold medal. REUTERS/Phil Noble

La finale dei 1.500 metri femminili doveva essere tutta appannaggio dell’etiope Genzebe Dibaba, ed  invece i Giochi Olimpici di Rio 2016 ci hanno riservato una nuova bella sorpresa.

Il ritmo inizialmente lento della gara ha probabilmente rimescolato le carte, premiando la keniota Faith Chepngetich Kipyegon, capace di mettere a segno una grande progressione nell’ultimo giro, ed in particolare nell’ultima curva, dove ha definitivamente staccato la formidabile Dibaba.

Il titolo di questa distanza torna così in Kenya dopo la vittoria di Nancy Langat a Pechino 2008, mentre l’Etiopia ottiene il suo primo podio nella storia di questa specialità, introdotta nel programma femminile solamente dal 1972. Sul traguardo, la vincitrice ha chiuso con il tempo di 4’08″92, precedendo Dibaba di oltre un secondo (4’10″27).

Grande battaglia per la terza posizione, con la britannica Laura Muir che, dopo aver cercato di seguire il ritmo delle due migliori, ha ceduto fino alla settima piazza finale (4’12″88), con medaglia di bronzo che è così finita al collo della statunitense Jennifer Simpson, che in 4’10″53 ha preceduto la connazionale Shannon Rowbury (4’11″05).

Delusione per l’olandese Sifan Hassan, che si è dovuta accontentare della quinta posizione finale dopo essere entrata sul rettilineo d’arrivo in terza posizione, tagliando la linea del traguardo in 4’11″239.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter