Il Napoli travolge il Pescara: 3-1

Buona prima parte di gara per il Pescara che non può fare nulla sulla spinta offensiva del Napoli nella ripresa.Subito a segno Lorenzo Tonelli, poi la chiudono Marek Hamsik e Dries Merten, di Gianluca Caprari il gol della bandiera per il Pescara.

Formazioni ufficiali:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Tonelli, Strinic; Zielinski, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All.: Sarri

PESCARA (4-33):Bizzarri; Crescenzi, Coda, Zuparic; Verre, Bruno, Cristante, Memushaj; Caprari, Gilardino, Benali. All.: Oddo

 

Cronaca della partita:

Il Napoli cerca un’ulteriore vittoria per restare ancorato al secondo posto. Il Pescara di mister Oddo, invece, cerca di espugnare il San Paolo per rientrare in corsa “salvezza”: per farlo, punta immediatamente sul bomber Gilardino.

Il Napoli pafte immediatamente forte, provando ad allargare il gioco a sinistra con l’ex Insigne molto ispirato (suo il primo tiro pericoloso del match) ed Hamsik bravo a farsi trovare alle spalle di Cristante per guardare la porta e andare a calciare. L’asse che funzionava meglio per Sarri.

Per tutto il primo tempo, i padroni di casa dettano legge in tutte le parti del campo, tuttavia non si sono azioni degne di nota. La difesa a 3 del Pescara ha retto bene all’impatto, nonostante qualche problema a mantenere Insigne e Callejon.

Così le squadre vanno al riposo sul punteggio di 0 a 0.

All’inizio della ripresa è Tonelli (ormai nuovo bomber dei partenopei) a segnare il suo secondo gol. 1 a 0 per i padroni di casa.

Questo è l’episodio che cambia completamente il match! Infatti il Pescara si chiude in difesa e il Napoli si butta in avanti per cercare di chiudere definitivamente la partita!

Tee minuti più tardi è il capitano Hamsik ad insaccare solo solo davanti a Bizzarri, garantendo al Napolindi Mister Sarri un rotondo 2 a 0.

Da qui all minuto numero 85, la partita si addormenta, finché Mertens, anche lui il goleador che non ha fatto rimpiangere l’assenza di Milik, insacca il gol del 3 a 0.

Quando la partita sembra destinata al termine, per la precisione al minuto 90 esimo, Caprari insacca il penalty, regalando il gol della bandiera ai suoi.

Napoli dunque che resta ancorato saldamente al secondo posto.

About the Author

Stefano Chiurato
Sono Stefano, nato a Torino il 5 luglio 1993. Mi sono diplomato nel 2012 presso il Liceo Scientifico Valsalice e a settembre 2015 mi sono Laureato in Economia e Direzione delle Imprese presso la Scuola di Management ed Economia di Torino. Sono un tifoso juventino e seguo attivamente il calcio e ho deciso di intraprendere questa avventura presso il "blog dello sportivo"

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter