Napoli stoppato al Franchi: la Fiorentina impone lo 0-0

Il Napoli costruisce almeno tre grandi occasioni, ma pecca sottoporta e trova un grande Lafont. Fiorentina generosa e match divertente, pur senza reti. Il Napoli sale a quota 52, momentaneamente a -8 dalla Juventus

FORMAZIONI:

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Ceccherini, Pezzella, Hancko, Biraghi; Dabo, Fernandes, Veretout; Chiesa, Gerson, Muriel. All. Pioli.

Napoli (4-4-2): Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Rui; Callejon, Allan, Ruiz, Zielinski; Insigne, Mertens. All. Ancelotti.

CRONACA:

Gara subito in salita per gli ospiti che perdono Mario Rui: problema al bicipite femorale destro e sostituzione immediata con Ghoulam. La prima grande occasione capita sui piedi di Insigne: esterno destro dopo una respinta difettosa di Lafont, pallone alto. Ben più pericoloso il tentativo di Mertens, bravo il portiere francese ad opporsi. Risposta viola affidata a Chiesa, il cui tiro-cross é deviato da Hysaj prima di attraversare tutta l’area piccola. Match bellissimo, tanti i capovolgimenti continui che entusiasmano il pubblico sugli spalti: Mertens trova Callejon sul secondo palo ma il destro dello spagnolo é sbilenco. C’è lavoro anche per Meret che respinge con i pugni la sventagliata di Veretout: male poi Dabo, il cui tiro successivo finisce direttamente in tribuna. Mertens tra i più attivi: il suo tocco ravvicinato su assist di Zielinski é preda di un miracoloso Lafont, un “gatto” nel dire no all’ex PSV ed evitare un goal praticamente fatto.

L’estremo difensore transalpino si guadagna i gradi di migliore in campo con l’intervento salva risultato sul rigore in movimento di Zielinski, ben assisto da Callejon. Ancelotti toglie un impreciso Mertens inserendo Milik, ma chiedere un calcio di rigore é la Fiorentina per una presunta spinta di Ghoulam ai danni di Dabo, non ravvisata al VAR. Chiesa e Ruiz ci provano dalla distanza, senza inquadrare lo specchio della porta. Pioli alle prese con gli infortuni nell’ultima fase dell’incontro: il nuovo entrato Mirallas é costretto a lasciare il posto a Simeone, si fa male anche capitan Pezzella che, stoicamente, non lascia i supi in dieci nei minuti finali. Napoli ad un passo dal vantaggio: Milik s’allunga in scivolata senza trovare il jolly da un metro in pieno recupero, Lafont attento su un sinistro potente ma troppo centrale del polacco. Finisce senza reti e con tanti rimpianti da ambo le parti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo