Napoli sterile, con la Dinamo solo 0-0

Il Napoli gioca in maniera compassata e piatta e non va oltre il pari senza reti contro la modesta Dinamo Kiev. Complice il 3-3 strappato dal Besiktas il Napoli non dovrà perdere a Lisbona fra due settimane per non venire eliminati e retrocedere in Europa League.

FORMAZIONI:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri
DINAMO KIEV (4-5-1): Rudko; Morozyuk, Khacheridi, Vida, Makarenko; Yarmolenko, Sidorcuk, Rybalka, Garmash, Tsygankov; Besedin All. Rebrov

Cronaca della partita:

Il Napoli, reduce da una bella vittoria durante l’ultima giornata di campionato, cerca di proseguire nella sua marcia, cercando di dare una svolta alla propria stagione anche in Champions League sperando, ovviamente, che le dirette concorrenti facciano un passo falso.
I partenopei di Sarri partono forte, anche in virtù del fatto di essere sostenuti da un San Paolo gremito di gente. Ci provano nell’ordine: Mertens, Callejon e di nuovo Mertens, senza successo però. Quello che emerge però durante i primi minuti è il pressing alto dei padroni di casa.
Con il passare dei minuti, tuttavia, i ritmi si abbassano e la partita non decolla. Un possesso di palla sterile del Napoli porta a una sola occasione degna di nota: al minuto numero 23 Insigne ci prova ma senza successo dopo un assist al bacio di Mertens.
Il match si addormenta e le squadre vanno al riposo sul punteggio di 0 a 0.
Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo, anche se al 50 esimo è Hamsik a far sussultare i tifosi napoletani con un colpo di testa poco a lato. Con il passare dei minuti il Napoli sale in cattedra e cerca di trovare la via del gol, conquistando innumerevoli calci d’angolo senza però segnare. Al minuto numero 69 Mertens ci prova senza successo su punizione.
I minuti passano e il match non si sblocca. Da questo momento in poi i ritmi si abbassano ulteriormente, con pochissime occasioni da entrambe le parti. Al 90 esimo il risultato finale è 0 a 0, un risultato che tuttavia non soddisfa i padroni di casa che dovranno aspettare ulteriori 90 minuti per la (possibile) qualificazione agli ottavi di finale.

About the Author

Stefano Chiurato
Sono Stefano, nato a Torino il 5 luglio 1993. Mi sono diplomato nel 2012 presso il Liceo Scientifico Valsalice e a settembre 2015 mi sono Laureato in Economia e Direzione delle Imprese presso la Scuola di Management ed Economia di Torino. Sono un tifoso juventino e seguo attivamente il calcio e ho deciso di intraprendere questa avventura presso il "blog dello sportivo"

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter