Napoli spaziale: 4-1 all’Atalanta

La squadra di Gattuso rifila quattro reti nel primo tempo a quella si Gasperini. Napoli ammaliante, Dea da dimenticare. A segno Lozano, Politano, Osimhen e Lammers

FORMAZIONI:

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Ruiz, Bakayoko; Politano, Mertens, Lozano; Osimhen. All. Gattuso.

Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Romero, Palomino; Depaoli, De Roon, Pasalic, Gosens; Ilicic, Gomez; Zapata. All. Gasperini.

CRONACA:

A dare il vantaggio al Napoli ci ha pensato Lozano, capocannoniere degli azzurri in questo avvio grazie ad una doppietta: prima il messicano deve solo spingere in rete da due passi, dunque quattro minuti dopo, al 27′, scatena l’entusiasmo dei tifosi con un destro a giro su cui Sportiello non può nulla. Sulle ali dell’entusiasmo il Napoli ci prova con sicurezza e da ogni posizione: chiedere a Politano, autore di mancino dai venticinque metri terminato all’angolino, o ad Osimhen, al primo goal in Italia con un destro dalla distanza sul finire della prima frazione.

Nella ripresa il Napoli rallenta senza aver bisogno di continuare a spingere, sopratutto in vista della sfida di Europa League prevista giovedì. L’Atalanta non ha la forza di reagire e Gasperini ragiona in vista della Champions, togliendo sia Gomez che Zapata all’inizio del secondo tempo. Senza i suoi big, la partita non si riapre e il Napoli deve solo amministrare, nonostante il goal subito dal neo-entrato Lammers a metà tempo: una prova di forza non indifferente ed un chiaro messaggio al resto delle rivali.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter