Il Napoli riparte con un pareggio amaro sul campo del neopromosso Pescara

Formazioni ufficiali:
Pescara (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Coda, Gyömbér, Biraghi; Cristante, Brugman, Memushaj; Benali, Verre; Caprari. All. Sarri

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Raúl Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Valdifiori, Hamšík; Callejón, Gabbiadini, L.Insigne. All. Oddo

Cronaca della partita:

Il campionato dei partenopei inizia con il buco lasciato in attacco dalla partenza del Pipita Gonzalo Higuain direzione Torino.

Il Napoli sarà quest’anno in grado di ripetersi sia sotto il punto di vista del gioco e dei risultati?
Come da pronostico, gli ospiti entrano in campo con la solita foga, dovendo obbligatoriamente rispondere alla Juventus, alla Roma e al Milan.

Al minuto numero 3, infatti, ci prova Hamsik con un destro da fuori area dello slovacco che non trova però la porta di Bizzarri. Primi brividi in quel di Pescara.
Nonostante la partenza sprint dei partenopei, a mettere il naso avanti è la squadra di casa: all’ottavo minuto assist al bacio di Verre che pesca Benali che con un pallonetto vincente supera Reina in uscita, dopo aver superato in velocità Koulibaly. Un minuto più tardi è sempre il Pescara a rendersi pericoloso con una deviazione all’ultimo istante di Reina su Biraghi.
I partenopei subiscono il colpo, ma cercano immediatamente di rialzare la testa con Callejon che tira al volo con il destro in posizione defilata ma sfiora soltanto il palo alla destra di Bizzarri.

La partita cambia decisamente verso, con gli uomini di Sarri che spingono in continuazione, ma senza lucidità.
I minuti continuano a passare, il Napoli ci prova con tutti i terminali offensivi, ma senza successo. È fuori dubbio che la mancanza del punto di riferimento (Higuain) si fa sentire.
Al minuto 24 ci prova Valdifiori: il Pescara perde palla a centrocampo con Brugman, ci prova da fuori Valdifiori che sfiora di pochissimo la traversa. L’ex Empoli chiede anche la deviazione di Bizzarri ma per Giacomelli è rimessa dal fondo.
Al minuto 35 succede però quello che non ci si aspetta: Zampano mette dentro da destra, velo di Benali e grandissimo gol di Caprari. 2-0 per gli abruzzesi!! Incredibile! Incredibile!!
Da questo momento in avanti la partita si addormenta e le squadre vanno a riposo sul punteggio di 2 a 0 in favore dei padroni di casa.
La seconda frazione di gioco inizia con il Napoli un po’stordito, ma che comunque cerca di proporsi in avanti per cercare di trovare il varco che gli permetterebbe di rientrare in partita. Dal canto suo, il Pescara si difende con ordine difendendo il vantaggio e cercando di colpire in contropiede.
Sarri, vedendo la propria squadra in difficoltà, al 52esimo decide di effettuare una doppia sostituzione, in modo da smuovere una situazione ormai compassata: fuori Insigne e Gabbiadini, dentro Milik e Mertens.
Il Napoli, dopo queste due sostituzioni, alza come prevedibile il proprio baricentro alla ricerca disperata di un gol che potrebbe riaprire il match. Infatti al minuto 59 ci pensa il neoentrato Mertens a riaprire i giochi con una staffilata che si insacca alle spalle di Bizzarri: Napoli 1, Pecara 2.
Nel giro di 4 minuti, il Napoli tira fuori tutte le sue qualità: Mertens tutto solo in area trova l’incredibile pareggio dopo l’errore di Coda sul cross in mezzo di Hysaj. Doppietta del belga che riapre definitivamente i giochi.
Dopo questi due episodi la squadra partenopea comincia a cercare con più intensità la via del gol per portare a casa i primi 3 punti. Al minuto 81 ci prova anche Milik, ma senza successo.
La partita si conclude senza ulteriori azioni da segnalare. Un pareggio amaro per i partenopei, che scivolano già a -2 dalle prime della classe.

About the Author

Stefano Chiurato
Sono Stefano, nato a Torino il 5 luglio 1993. Mi sono diplomato nel 2012 presso il Liceo Scientifico Valsalice e a settembre 2015 mi sono Laureato in Economia e Direzione delle Imprese presso la Scuola di Management ed Economia di Torino. Sono un tifoso juventino e seguo attivamente il calcio e ho deciso di intraprendere questa avventura presso il "blog dello sportivo"

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter