Napoli, l’antipasto è gustoso: 4-0 al Frosinone

Netto successo del Napoli, sempre più secondo e ora a +6 sull’Inter: al San Paolo apre Piotr Zielinski, poi ci pensano Adam Ounas e Arek Milik a dare al risultato proporzioni corpose. Una solida iniezione di fiducia per il match da dentro o fuori di martedì

FORMAZIONI:

Napoli (4-4-2): Meret; Hysaj, Koulibaly, Luperto, Ghoulam; Ounas, Allan, Hamsik, Zielinski; Milik, Insigne. All. Ancelotti.

Frosinone (3-4-2-1): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano; Zampano, Chibsah, Maiello, Beghetto; Cassata, Campbell; Pinamonti. All. Longo.

CRONACA:

I 90 minuti di preparazione al Liverpool iniziano esattamente come il Napoli aveva nei piani: con il goal del vantaggio. Zielinski sblocca subito l’incontro e consente agli azzurri di gestire a proprio piacimento la partita. Ritmi bassi e possesso costante, per controllare un Frosinone già di suo piuttosto remissivo e frastornato dopo il colpo a freddo. I ciociari faticano ad alzare il baricentro e a portare insidie dalle parti di Meret, protagonista di un rientro tranquillo insieme a Ghoulam. E così al Napoli basta un’altra fiammata, quella dell’ispiratissimo Ounas, per mettere a segno il raddoppio e blindare il risultato.

La ripresa è quasi un esercizio accademico per il Napoli, che rende ancora più rotondo il punteggio con la doppietta di Milik e inserisce il pilota automatico proiettando lo sguardo alla sfida con il Liverpool. Ancelotti ne approfitta pe dare spazio ad altre seconde linee: Rog e Diawara, ma soprattutto Amin Younes, al suo esordio con la maglia del Napoli. Tra vittoria, goal, ritorni e scoperte è stata la giornata che il San Paolo sognava.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter