Napoli esagerato: Cagliari demolito é 5-0

Napoli in controllo totale della gara dal primo minuto: Dries Mertens fa tripletta, Marek Hamsik e Piotr Zielinski completano la clamorosa goleada. Il Napoli aggancia la Lazio al terzo posto.

FORMAZIONI:

Cagliari (4-3-1-2): Storari; Isla, Ceppitelli, Alves, Pisacane; Padoin, Tachtsidis, Dessena; Barella; Borriello, Sau. All. Rastelli.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj Chiriches, Koulibaly, Strinic; Zielinski, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

CRONACA:

Fin dalle prime battute di gioco il Napoli comincia a schiacciare il Cagliari nella sua metà campo. I padroni di casa si chiudono in difesa e provano a ripartire con la rapidità di Sau e Barella. Intanto gli uomini di Sarri cominciano a far piovere tiri verso la porta di Storari, con Zielinski, Hamsik e Mertens. Al minuto 18 arriva una palla-goal clamorosa per il Napoli: su calcio d’angolo Chiriches fa la torre per Hamsik, a porta vuota lo slovacco si fa rimpallare il tiro da Pisacane sulla linea di porta. I tifosi del Cagliari esultano come fosse un goal. Poco prima, un brivido scorre lungo la schiena di Sarri: Zielinski cade male e si tocca il ginocchio, sta fuori per un paio di minuti ma poi rientra in campo. Pericolo scampato. Con il passare dei minuti il Napoli si dimostra però in forma smagliante e troppo superiore al Cagliari odierno, opaco e passivo nonostante la spinta dei tifosi rossoblù. Al 34′ arriva la magia di Dries Mertens, che riceve, si gira e di destro batte in un fazzoletto l’incolpevole Storari. Poco più tardi tocca a bomber Hamsik trovare il raddoppio. Al termine di un’azione corale, Insigne di testa centra la traversa: la palla arriva sui piedi di Hamsik che ribadisce a porta quasi sguarnita. Il Cagliari è sulle gambe ma, nonostante il vantaggio, il Napoli deve fare i conti con la tegola dell’infortunio di Koulibaly, uscito al posto di Albiol.

Il secondo tempo si apre in modo speculare al primo. Il Cagliari non riesce a creare pericoli dalle parti di Reina, si preoccupa di più di chiudersi in difesa anche sul passivo di due a zero. E allora, in avvio di frazione, Zielinski porta palla centralmente e lascia partire un bolide dai venti metri: Storari non può fare nulla e guarda il siluro insaccarsi in fondo alla rete. Secondo goal consecutivo per il polacco, dopo quello contro l’Inter. Rastelli prova a mischiare le carte in attacco gettando nella mischia Farias e Melchiorri. Ma la musica non cambia, anzi. Sale in cattedra Dries Mertens, autore nel giro di qualche minuto di due goal ravvicinati e della tripletta di giornata. Il primo è un regalo di Insigne, che pesca il belga con un filtrante e lo mette davanti a Storari. Il secondo è un assolo di Mertens: supera Ceppitelli in tunnel e beffa il portiere del Cagliari con un sinistro basso all’angolino. Il finale di partita non regala grandi emozioni, con il Napoli che tira il fiato ed il Cagliari rassegnato. Il direttore di gara non concede nemmeno recupero e manda le squadre negli spogliatoi.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250