Napoli corsaro contro il Carpi.

Napoli Juventus il duello continua.

Formazione ufficiali: Napoli – Carpi
NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Valdifiori, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All.: Sarri
CARPI (3-5-2): Belec; Letizia, Romagnoli, Poli; Pasciuti, Crimi, Bianco, Martinho, Sabelli; Mancosu, Lasagna. All.: Castori

Cronaca della partita:
Sarri manda in campo la formazione migliore per vincere e per mantenere le distanze dalla diretta inseguitrice Juventus, in vista dello scontro diretto della prossima settimana.
Pronti, via! Inizio arrembante dei partenopei, che con il solito Higuain mettono in difficolà l’estremo difensore del Carpi. All’8′ sempre il Pipita salta un uomo e prova la conclusione di destro: pallone fuori di un soffio, ma Napoli sempre pericoloso.
Fin dai primi minuti, dunque, il leitmotiv della partita appare chiaro: partenopei con il baricentro alto e molto aggressivi, con un palleggio ragionato ed efficace. Il Carpi, invece, chiuso a riccio nella propria metà campo cercando di cogliere alla sprovvista gli avversari con improvvise ripartenze.
Al 28′ ci prova Callejon con un colpo di testa dopo una punizione al bacio di Valdifiori. Solo al 34′ si vede la reazione della squadra emiliana, con Lasagna che impegna di testa Reina.
Il primo tempo si chiude con un tentativo di testa del solito Callejon, senza riuscire a sbloccare il match. All’intervallo le squadre ci vanno con il punteggio inchiodato sullo 0-0.
La seconda frazione di gioco segue sostanzialmente la falsa riga del primo: Napoli che attacca, Carpi che aspetta.
Al 6′, José Callejon raccoglie un assist perfetto di Hamsik e butta la palla in rete. Gli spalti del San Paolo “esplodono” di gioia, ma le urla si strozzano in gola ai tifosi per via del fuorigioco dell’ala destra spagnola.
Al 11′, tuttavia, accade l’episodio che sposta gli equilibri della partita: Bianco (già ammonito alla fine del primo tempo) prende un ingiusto secondo cartellino giallo e finisce anzitempo sotto la doccia.
Con il Carpi tramortito, la squadra di Sarri ci mette poco più di 10 minuti per approfittare della propria superiorità numerica Daprelà trattiene in area Koulibaly: per l’arbitro non ci sono dubbi… calcio di rigore! Dal dischetto si presenta il solito Higuain che non sbaglia mai! 24 gol in 24 partite, incredibile signori, incredibile!!
Dopo il vantaggio, il Napoli amministra tranquillamente il match. Al 38′ Mertens (subentrato a Callejon) risulta essere troppo altruista! Servito in area di rigore, il belga prova il cross in mezzo all’area, invece di provare il tiro. La difesa del Carpi interviene e mette in calcio d’angolo. Grande occasione per il raddoppio.
La partita finisce così: Napoli 1 – Carpi 0.

Statistica chiave:
Higuain, sempre lui! 24 gol in 24 partite.
Napoli 56 punti, Juventus 54 e sabato sera c’è il big match che, nel bene o nel male, potrà dire tanto sulla favorita alla conquista del titolo. Un campionato BELLISSIMO.

About the Author

Stefano Chiurato
Sono Stefano, nato a Torino il 5 luglio 1993. Mi sono diplomato nel 2012 presso il Liceo Scientifico Valsalice e a settembre 2015 mi sono Laureato in Economia e Direzione delle Imprese presso la Scuola di Management ed Economia di Torino. Sono un tifoso juventino e seguo attivamente il calcio e ho deciso di intraprendere questa avventura presso il "blog dello sportivo"

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter