Il Napoli conquista i quarti: Spezia battuto 3-1

Il Napoli supera lo Spezia grazie alle reti di Piotr Zielinski, Emanuele Giaccherini e Manolo Gabbiadini: inutile il pareggio di Antonio Piccolo.

FORMAZIONI:

Napoli (4-3-3): Rafael; Maggio, Albiol, Maksimovic, Strinic; Rog, Diawara, Zielinski; Giaccherini, Gabbiadini, Insigne. All. Sarri.

Spezia (3-4-3): Chichizola; Valentini, Terzi, Ceccaroni; De Col, Deiola, Maggiore, Migliore; Piccolo, Baez, Piu. All. Di Carlo.

CRONACA:

Match in discesa dopo tre minuti di gioco per la squadra partenopea: Zielinski si inserisce centralmente e buca la difesa ospite, poi batte Chichizola con un preciso diagonale all’angolino. Il Napoli prende così subito il controllo del match e sfodera il solito bellissimo giro palla, sfruttando la qualità dei suoi interpreti. Al 24′ ennesima bella azione azzurra: Giaccherini mette in area un pallone teso, De Col anticipa Insigne e colpisce in pieno il palo, rischiando l’autorete. Sul seguente corner Zielinski prova a fare doppietta con un perfetto stacco di testa, ma il portiere dello Spezia impedisce il 2-0 con un bel colpo di reni. Alla mezz’ora lo Spezia prova a rendersi pericoloso con un destro insidioso da fuori di Maggiore, che finisce di poco a lato. Alla seconda occasione la formazione ospite colpisce: Rafael respinge con i pugni un cross dalla sinistra, Piccolo prova al volo e Albiol devia la palla, che si insacca alle spalle del portiere azzurro.

Ad inizio ripresa lo Spezia parte bene sulle ali dell’entusiasmo, ma con il passare dei minuti il Napoli viene fuori dal punto di vista fisico. Al 56′ Giaccherini riceve palla sul secondo palo da posizione defilata: l’esterno italiano si coordina e tira fuori dal cilindro un gran destro al volo ad incrociare sul palo lontano. Nuovo vantaggio partenopeo. Passa soltanto un minuto e la squadra di Sarri chiude i conti: grandissima giocata di Rog, che lascia sul posto due avversari e dalla destra mette al centro un perfetto pallone a scavalcare il portiere avversario, sulla linea di porta Gabbiadini deve solo appoggiare di petto il 3-1. A questo punto è solo normale amministrazione per un Napoli che tiene bene il controllo palla. Sarri manda in campo Callejon e soprattutto Leonardo Pavoletti nel finale, ma l’ex Genoa spreca una clamorosa palla-goal: Callejon fa da sponda di testa per il bomber italiano, che ad un metro dalla linea di porta spara incredibilmente alto.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter