Il Napoli ci crede ancora, 3-0 allo Shakhtar Donetsk

Il Napoli, dopo un brutto primo tempo, si scatena nella ripresa: Lorenzo Insigne inventa il gol che sblocca la squadra, nel finale lo Shakhtar Donetsk viene demolito.

FORMAZIONI:

Napoli (4-1-2-3): Reina; Maggio, Albiol, Chiriches, Hysaj; Diawara; Zielinski, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Fred, Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard; Ferreyra. All. Fonseca.

CRONACA:

L’ambiente glaciale del San Paolo – appena 15mila spettatori sugli spalti – incide in qualche modo sull’approccio del Napoli alla partita, tutt’altro che feroce: lento, spento, quasi rassegnato sin dai primi minuti. L’undici di Sarri fatica a portare il motore su di giri e affronta con trame troppo prevedibili lo Shakhtar, disposto bene in campo e con la qualità giusta per ripartire con pericolosità. Le occasioni migliori del primo tempo, non a caso, sono proprio per gli ucraini, vicini al goal in particolare con Taison e Marlos.

Nel Napoli il migliore è Reina, un dettaglio che rende l’idea di quanto la prima frazione degli azzurri sia lontana dagli standard consueti. Diawara e Zielinski sbagliano troppo, davanti solo Insigne prova ad inventare qualcosa, ma senza grande collaborazione. Così il Magnifico decide di mettersi in proprio per sbloccare l’incontro, sulla scia di un avvio di ripresa più brioso da parte degli azzurri: la magia che vale l’1-0 accende il San Paolo e ripaga in buona parte la devozione dei 15mila fedelissimi sugli spalti. E’ lo snodo cruciale della partita, che prende una piega persino inaspettata dopo gli sbadigli del primo tempo. Il Napoli inizia a macinare il suo calcio e si diverte, mettendo alle corde uno Shakhtar quasi sorpreso dall’impeto degli azzurri. Poco dopo l’80’ l’uno-due firmato da Zielinski e Mertens stende definitivamente gli ucraini e regala altri 90 minuti di speranze Champions: il Napoli ci proverà fino in fondo.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter