Napoli che conquista un importante vittoria ad Udine: 0-3

Senza Insigne e con Verdi out dopo due minuti, non parte benissimo la serata per il Napoli che espugna comunque la Dacia Arena grazie ai gol di Fabian Ruiz, Dries Mertens e Marko Rog. Con la rete di oggi, l’attaccante belga raggiunge Higuain e Altafini per gol segnati in Serie A con la maglia del Napoli.

FORMAZIONI:

Udinese (4-5-1): Scuffet; Larsen, Troost-Ekong, Nuytinck, Samir; Pussetto, Fofana, Behrami, Mandragora, De Paul; Lasagna. All. Velazquez

Npaoli (4-4-2): Karnezis; Malcuit, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Zielinski, Verdi; Mertens, Milik. All. Ancelotti.

CRONACA:

La partita si complica subito per gli azzurri, che perdono dopo appena due minuti di gioco Verdi per un problema muscolare. Al suo posto entra Fabian Ruiz e la mossa si rivela perfetta: al quarto d’ora è proprio lo spagnolo a trovare il vantaggio con un grandissimo destro a giro sotto l’incrocio. La partita si accende e si assesta su ritmi molto alti con occasioni da entrambe le parti: il Napoli sfiora più volte il raddoppio con gli inserimenti di Zielinski e con le conclusioni di Milik. L’Udinese reagisce però con la profondità di Lasagna, che si vede respingere da Karnezis un paio di conclusioni da ottima posizione: nel finale del primo tempo anche Pussetto va vicino alla zampata giusta sotto porta.

Nella ripresa aumenta la tensione in campo e il numero dei falli cresce: gioco molto frazionato per due squadre che faticano a trovare manovre fluide. L’Udinese si sbilancia e apre il fianco alle ripartenze del Napoli, che sfiora il raddoppio con Zielinski: dall’altra parte Lasagna ingaggia un costante duello con i due centrali azzurri. Al 78′ l’episodio che chiude i conti: grande spunto di Malcuit per Callejon, che conclude e trova la deviazione in area di Opoku con il braccio largo. L’arbitro aspetta la conferma del VAR e assegna il calcio di rigore: dagli undici metri Mertens spiazza Scuffet. Nel finale c’è spazio anche per la rete del neo entrato Rog, che scambia con Mertens e trova l’angolo basso.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter