Il Napoli cade: l’Udinese stravince 3-1

Risultato inaspettato ad Udine, ma assolutamente meritato: l’Udinese stravince per 3-1, lasciando il Napoli a -6 dalla Juventus.

FORMAZIONI UFFICIALI:
NAPOLI: Gabriel; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All. Sarri
UDINESE: Karnezis, Heurteaux, Danilo, Felipe, Widmer, Kuzmanovic, Badu, Armero, Bruno Fernandes, Thereau, Zapata. All. De Canio

Cronaca della partita:
Il Napoli, dopo la vittoria di ieri sera della Juventus, è obbligato a vincere per restare in scia scudetto.
Fin dall’inizio, la chiave del match è chiara: Napoli in avanti per sbloccare la partita, Udinese che si arrocca in difesa e, con le solite ripartenze, cerca di punire l’avversario.
Al 12 esimo prima emozione del match: Badu penetra in area di rigore e Koulibaly con il fisico lo atterra: per l’arbitro non ci sono dubbi: calcio di rigore!
Dal dischetto si presenta Bruno Fernandes che non sbaglia. 1 a 0 per i padroni di casa. Incredibile!
Napoli che sembra intontito dal gol subito e che non riesce a reagire fino al 24esimo quando Gonzalo Higuain segna il suo 30esimo gol in campionato dopo un assist al bacio di Callejon.
La partita torna in parità ma, un minuto dopo, viene fischiato un altro rigore per l’Udinese (anch’esso corretto!). Sarri viene espulso per proteste, ma Bruno Fernandes questa volta sbaglia e il punteggio rimane inchiodato sull’ 1 a 1.
Poche emozioni fino al 45esimo quando Zapata recupera palla dopo un controllo infelice di Gabriel, la mette in mezzo e di rovesciata Bruno Fernandes (sempre lui nel bene e nel male) insacca la rete del 2 a 1.
All’intervallo, i padroni di casa sono avanti sui secondi in classifica.
Nella ripresa, i partenopei partono forte e, probabilmente, si sbilanciano troppo. Infatti al 56esimo Thereau mette in rete un gol al volo fantastico dopo una cavalcata altrettanto fantastica di Widmer.
Napoli sotto 3 a 1 e, a dire la verità, molto intontito. La partita si addormenta senza emozioni, fino al minuto 74, quando Higuain perde la testa e si fa espellere.
La partita finisce così, con il Napoli che vede allontanarsi l’obiettivo del campionato (ora a – 6 dal primo posto) e con l’Udinese di De Canio che si è imposta meritatamente in casa.

About the Author

Stefano Chiurato
Sono Stefano, nato a Torino il 5 luglio 1993. Mi sono diplomato nel 2012 presso il Liceo Scientifico Valsalice e a settembre 2015 mi sono Laureato in Economia e Direzione delle Imprese presso la Scuola di Management ed Economia di Torino. Sono un tifoso juventino e seguo attivamente il calcio e ho deciso di intraprendere questa avventura presso il "blog dello sportivo"

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter