Napoli 3-0 in scioltezza sul Cagliari

Apre Marek Hamsik, raddoppia Dries Mertens su rigore, triplica nella ripresa Kalidou Koulibaly. Il Napoli vince ancora, sempre segnando tre gol. Primo posto in classifica e sosta serena per gli uomini di Sarri. Partita senza storia, Cagliari annichilito.

FORMAZIONI:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Padoin, Andreolli, Romagna, Capuano; Ionita, Cigarini, Barella; Joao Pedro; Pavoletti, Sau. All. Rastelli.

CRONACA:

La partita si mette subito come nei piani di Sarri. Il Napoli tiene senza affanni il pallino del gioco, creando situazioni interessanti dalle parti di Cragno e senza rischiare granchè in difesa. Rastelli per certi versi rende il Cagliari complice del predominio azzurro: i sardi sembrano più concentrati ad evitare il raddoppio che a cercare il pareggio, atteggiamento conservativo che viene puntualmente punito dal verdetto del campo. Nel finale di primo tempo Romagna atterra Mertens in area e consente al centravanti belga di realizzare il suo settimo centro in campionato.

Qualunque speranza di assistere ad un incontro combattutto nella ripresa viene spazzata via dopo soli due minuti: su calcio piazzato gli uomini di Rastelli lasciano a Koulibaly tutto il tempo necessario per firmare il tris e chiudere definitivamente la gara, che si trasforma in pura accademia per i padroni di casa. Il Napoli cerca ripetutamente il poker e lo fa nel modo che piace ad un San Paolo in estasi: giocando un gran calcio e divertendo, la strada che ha scelto Sarri per inseguire un sogno.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter