MotoGP Losail Qualifiche: Pole e record per Zarco, Marquez 2° davanti a Petrucci

Con un ultimo giro strepitoso Johann Zarco stabilisce il nuovo record a Losail e domani scatterà dalla prima piazza. In prima fila accanto a lui Marc Marquez e Danilo Petrucci.

 

Le prime qualifiche della stagione regalano emozioni dall’inizio alla fine, con una battaglia per la pole position che dura fino alla bandiera a scacchi: alla fine è Johann Zarco a far gioire Monster Yamaha Tech 3, frantumando il record di Jorge Lorenzo e conquistando la prima casella in griglia a Losail.

Seconda piazza per il campione del mondo in carica Marc Marquez, mentre Danilo Petrucci chiude le qualifiche con un importante terzo posto. I presupposti per una gara per nulla noiosa ci sono tutti: la MotoGP scatta domani alle ore 17.00 italiane.

Tutti i piloti entrano in pista non appena viene esposta la bandiera verde per disputare la Q2 la scelta più comune è la doppia gomma media, eccezion fatta per Pedrosa, Crutchlow e Zarco, che invece optano per la media anteriore.

La lotta per la pole position si infiamma fin da subito per opera dei piloti Ducati e Honda soprattutto, con Dovizioso che dopo pochi giri è ad appena un decimo dal record in pole stampato dall’attuale compagno di squadra dieci anni fa. Dopo una breve sosta ai box (con anche Marquez e Iannone che si decidono per la media anteriore), si riparte per l’assalto finale, non meno emozionante dell’inizio: con un 1:53.680 da urlo Johann Zarco polverizza il decennale record di Lorenzo e si assicura così la pole position, staccando Marc Marquez e Danilo Petrucci, con lui in prima fila, di circa due decimi. Quarto è Cal Crutchlow, che ha preceduto Andrea Dovizioso ed Alex Rins, mentre Dani Pedrosa apre la terza fila, seguito da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Chiudono la classifica Jack Miller, Andrea Iannone e Maverick Vinales.

Il primo ad uscire in Q1 è proprio il pilota Yamaha, determinato ad ottenere l’accesso al secondo turno di qualifiche: lo spagnolo infatti si porta subito in testa, mentre dietro di lui è invece battaglia tra Miller, Morbidelli ed Aleix Espargaro per conquistare la seconda posizione utile per accedere alla Q2.

A sorpresa è proprio l’australiano a stampare il miglior tempo, sopravanzando Vinales. Quarta piazza (e quattordicesima casella in griglia) per Franco Morbidelli, miglior rookie e per poco davanti a Hafizh Syahrin. Piccolo incidente in pit lane per Karel Abraham, che al momento di tornare in pista per l’assalto finale centra una coperta termica lasciata in giro da un’altra squadra: questa si incastra nel posteriore della D16 del pilota ceco, costretto a fermarsi su segnalazione di Rabat.

 

1a fila 
1. Johann Zarco (Fra) Yamaha 1’53″680 alla media di 170,3 Km/h
2. Marc Marquez (Esp) Honda 1’53″882
3. Danilo Petrucci (Ita) Ducati 1’53″887

2a fila
4. Cal Crutchlow (Gbr) Honda 1’54″072
5. Andrea Dovizioso (Ita) Ducati 1’54″074
6. Alex Rins (Esp) Suzuki 1’54″339

3a fila 
7. Dani Pedrosa (Esp) Honda 1’54″368
8. Valentino Rossi (Ita) Yamaha 1’54″389
9. Jorge Lorenzo (Esp) Ducati 1’54″431

4a fila 
10. Jack Miller (Aus) Ducati 1’54″449

 

 

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter