Moto GP il grande rientro di Stoner

Torna in Moto Gp Stoner

Dopo i primi 3 giorni di Test di Sepang nella Moto GP fa molto rumore il grande rientro di Casey Stoner con la Ducati ed  il solito super tempo di Jorge Lorenzo e stacca nettamente tutti gli altri top team compreso Valentino Rossi, fa sempre parlare il grande rientro di Casey Stoner che nella 3 giorni di test fa vedere ancora una volta che la classe non è acqua e anche se il suo ruolo rimane quello di collaudatore quasi sicuramente gli verrà richiesto dalla Ducati se ha ancora voglia di correre qualche gara oltre a quella già preventivata di Phillip Island in Australia, per quanto riguarda la Honda di Marquez e Pedrosa sembra essere più indietro rispetto alla Yamaha nello sviluppo della moto con l’elettronica e si adatta almeno per ora peggio alle nuove gomme Michelin che permettono un angolo di inclinazione in curva minore rispetto allo scorso anno con le gomme Bridgestone.

Certo se si ritorna indietro di 12 mesi viene alla memoria la scontentezza di Lorenzo e Rossi con la Honda che sembrava aver trovato la soluzione giusta, poi sappiamo tutti che la stagione ha visto il dominio della Yamaha.

La M1 di Lorenzo e Rossi in questi primi test ha montato un telaio ibrido simile a quello del 2015, mentre nei prossimi test proverà soluzioni innovative per poi prendere una decisione su quale soluzione adottare, rimane solo una certezza la velocità di Lorenzo impressionante e la grande calma invece di Valentino Rossi che si sa ha bisogno di più tempo per apportare le modifiche giuste, la Ducati invece ha dato buone indicazioni e sembra un po’ più vicina ad Honda e Yamaha speriamo solo in una maggiore affidabilità, la Honda sembra la scuderia con più problemi ma fino adesso hanno lavorato poco sullo sviluppo dell’elettronica ma sono sicuro che alla prima gara in Qatar saranno vicino agli altri.

Analizzando il passo medio tenuto dai piloti migliori in questi 3 giorni di prova si vede chiaramente il dominio di Lorenzo.

1 Lorenzo 2.01,285

2 Stoner 2.01,046

3 Petrucci 2.02,135

4 Rossi 2.02,137

5 Marquez 2.02,206

6 Iannone 2.02,568

Da notare che nel secondo giorno di prove Baz, nel giorno del suo compleanno, sul rettilineo ad oltre 280 Km/h gli è scoppiata la gomma posteriore facendogli fare  un uscita di pista spettacolare ma senza alcun danno, adesso la Michelin analizzerà il pneumatico ma sembra che fosse stato gonfiato poco e questo può portare allo scoppio della gomma.

Adesso dal 17 al 19 Febbraio tutti a Philipp Island con altri 3 giorni di prove per analizzare i progressi di tutte le moto, per quanto riguarda le nuove gomme Michelin sembra siano andate bene a parte l’incidente di Baz, ma bisogno anche dire  che il circuito di Sepang da sempre mette sotto pressione le gomme posteriori dotate di poco grip ma sollecita poco la gomma anteriore, ed infatti le Michelin e forse non è un caso che i primi test siano stati organizzati su questo circuito, hanno come punto debole il poco controllo con l’anteriore ed invece ha molto grip la ruota posteriore vedremo cosa accadrà in Australia.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter